LUCA LUNARDINI: dopo l’elezione a Sindaco di Viareggio la festa

Una grande festa quella organizzata alla Capannina del Marco Polo per festeggiare il nuovo Sindaco di Viareggio dottor Luca Lunardini. Una festa dove nessuno era assente.

Presenti tutte le forze politiche che lo hanno sostenuto dall’inizio ed anche le tre liste civiche che si sono apparentate per il ballottaggio.

Presenti tutti gli amici, presenti tutti gli elettori, presenti molti dei sindaci dei comuni limitrofi, la famiglia e tanti giovani.

Una folla esaltata ed esaltante che ha accolto il suo sindaco con applausi, abbracci e baci. Si respira amore nella sala, quello della gente per “Luca” e quello di “Luca” per la gente, e per la città dove il Sindaco Lunardini è nato, cresciuto e dove vive con la sua splendida famiglia, la moglie Angela e le due figlie Martina e Susanna. Arrivare al palco per il discorso ufficiale è un’impresa titanica, perchè sono in troppi a volerlo salutare al suo ingresso al locale. Ma il nuovo sindaco non si nega a nessuno. E a nessuno risparmia il suo sorriso e un suo abbraccio. “ Il 14 febbraio – giorno dell’ufficializzazione della sua candidatura a Sindaco in sala di rappresentanza in comune di Viareggio- ero afono – afferma – per un po’ di influenza, oggi sono senza voce per la commozione”. E che è commosso si vede, dai suoi occhi lucidi traspare felicità. La vena humor tipica di tante sue affermazioni in questa circostanza ha lasciato il posto al sentimento piu’ profondo, quello che Luca Lunardini ha verso la sua Viareggio e per il cui bene si è messo a disposizione. Il discorso ufficiale è breve. E’ piu’ importante scendere, coccolare e farsi coccolare da quanti nella gremita sala lo vogliono accanto, per un grazie reciproco, per un sorriso, per una foto.

Il mago del pianoforte Dino Mancino non fa in tempo ad intonare le prime note di “ We are the champions” che in sala si alza un’ovazione. Tutti cantano. Anche l’ Inno Nazionale.

La stanchezza della giornata, e di una campagna elettorale durata tre mesi, si fa sentire. “Occorre riposarsi qualche ora – afferma salutando tutti – il lavoro che ci aspetta è tanto. E va fatto bene”.

Letizia Tassinari

Annunci

SVOLTA STORICA A VIAREGGIO : VINCE IL CENTRODESTRA. LUCA LUNARDINI E’ IL NUOVO SINDACO!

Luca Lunardini ha vinto. E questo era già certo allo spoglio delle prime 20 delle 63 sezioni scrutinate. Andrea Palestini già alle 15.30 risultava quasi “doppiato” dal candidato di centro destra. Tant’è che, in anticipo sull’ora x, quella del dato definitivo, si è presentato in Comune per fare le sue congratulazioni all’ avversario. Il medico urologo invece se l’è presa calma, preferendo restare con la sua famiglia, a casa, prima di recarsi al Palazzo che lo ospiterà per i prossimi cinque anni. Folla da concerto rock quella che ha aspettato fuori e dentro il Municipio l’arrivo del nuovo Sindaco di Viareggio dottor Luca Lunardini. Cori da stadio quelli che gli elettori gli hanno riservato al suo arrivo, “ Luca, Luca, Luca”, degni di una curva in pieno delirio per la vittoria della squadra del cuore. Non è mancato nemmeno il classico bagno di champagne riservato in genere al vincitore del Giro d’Italia o al vincitore della Formula Uno. Assalito dalla stampa e dalle televisioni locali e regionali, il nuovo sindaco visibilmente commosso, ha voluto ringraziare tutta Viareggio, quella che lo ha sostenuto, quella che ha creduto in lui, e per chi non lo ha votato una frase che è una promessa “ lavorerò per il bene di tutti, soprattutto per il bene della città”. A chi dedica la vittoria Luca Lunardini? “ Alla mia famiglia che per tre mesi mi ha sopportato”.

E per famiglia Luca non intende solo la moglie Angela e le figlie Martina e Susanna, ma anche l’anziano padre Michele, medico veterinario in pensione, che emozionatissimo ha voluto essere accanto al figlio in questo giorno di vittoria, che segna una svolta decisiva per la città. “ La vittoria però la dedico anche alla mia Viareggio, perchè da Sindaco potrò riportarla a brillare e farla ritornare ad essere la Perla del Tirreno” Ben 19. 234 elettori, pari al 61.84% hanno preferito Luca Lunardini al candidato del Pd Andrea Palestini, che si è aggiudicato la preferenza di 11. 871 votanti , pari al 38.16%. La leggenda che l’assenteismo alle urne lo avrebbe castigato, perchè è il popolo di destra a disertare le urne al ballottaggio, è stata sfatata. Nonostante che alle urne, rispetto alla affluenza del primo turno, ci sia stato un calo del 18, 87 %, la città ha confermato la sua voglia di voltare pagina. “ Oggi si festeggia – ha detto il neo eletto sindaco medico – da domani stesso si inizia il lavoro”. “Le promesse elettorali fatte alla città saranno mantenute – ha affermato. A partire dall’immediata sospensione del Piano della Sosta, il decoro, la pulizia e la sicurezza”. Temi, questi, che sicuramente hanno influito nella scelta del Sindaco per tutti quanti lo hanno votato. Ai festeggiamenti alla casa comunale c’erano tutti, da Massimiliano Simoni di Alleanza Nazionale, a Giovanni Santini coordinatore provinciale di Forza Italia, a Pierluigi Stefani del Nuovo Psi., a Ugo Unti di Lega Nord, a Gigi Sugliano del Mcl, oltre alle migliaia di elettori che lo hanno abbracciato.

Ma l’abbraccio piu’ bello è stato quello col candidato perdente Andrea Palestini. Un abbraccio sincero, tra due vecchi amici, avversari in politica ma che in tutta la campagna elettorale si sono sempre rispettati e hanno mantenuto alto il livello di fair play. Come promesso Andrea Palestini ha regalato al nuovo Sindaco la sua spilla porta fortuna , quella del carnevale. Finiti i momenti ufficiali, quelle delle interviste, e i momenti di festeggiamento per il nuovo Sindaco inizia una nuova avventura. “ Sara’ un cammino non facile – ha detto – sicuramente sarà lungo, ma ce la faremo”.

Letizia Tassinari

Lo spoglio delle schede: Luca Lunardini è il nuovo Sindaco di Viareggio.

sezioni 63/63
LISTE CANDIDATI VOTI %
PALESTINI ANDREA 11871 38.16
LUNARDINI LUCA 19234 61.84

PRISCILLA CAFFE’: il quarto compleanno, tra divertimento, trasgressione, normalità e ricordi.

Il Priscilla Caffè ha festeggiato il suo quarto compleanno, e lo ha fatto con una festa all’insegna del divertimento, del karaoke , della musica dal vivo con Lucia, la pisana dello staff di Regina e Luca, e dello show delle Drag Queen Sheila e Marchesa.

Il locale, nasce dall’ idea di Regina Satariano di proporre alla comunità, non solo gay, uno spazio dove potersi incontrare con libertà, ascoltando della musica, incontrando amici con cui poter condividere idee oppure bevendo un cocktail in compagnia della bella gente che sempre numerosa affolla il pub.

Un posto di divertimento dove nessuno è fuori posto, e dove l’altra sera in tanti erano presenti, giovani e meno giovani, politici locali e gente comune, mescolata al colorato mondo piu’ “trasgressivo” in una simbiosi comunque naturale.

“Vogliamo un locale aperto a tutti coloro che sanno condividere spazi e momenti con allegria e senza definizioni – ha affermato la bionda, avvenente e da sempre impegnata anche nel sociale titolare del Priscilla e presidente del Mit – senza essere necessariamente appartenenti ad una sigla o categoria”. “Un orgia di emozioni” tra persone diverse senza diversità e senza “ghettizzazioni”, dove, nella serata del divertimento e dei festeggiamenti del compleanno, non è mancato un momento triste di ricordo per una persona che non c’è piu’, una persona che per piu’ della metà della sua vita era conosciuta a tutti col nome di Irma e che è stata seppellita vestita da uomo, con giacca e cravatta, “da persone di un mondo che non accetta l’altrui sentirsi e comportarsi diversamente”.

Ciao Regina…complimenti per il tuo locale. Letizia, un’ amica etero che ti stima immensamente.

Letizia Tassinari

BLIZ DEI CARABINIERI: 5 ARRESTI

La notte tra venerdi e sabato i Carabinieri del Nucleo Operativo di Viareggio, coadiuvati dalla pattuglia del Cio, Compagnia Intervento Operativo, su segnalazioni pervenute, hanno fatto dopo giorni di appostamenti nel quartiere Varignano, irruzione in una abitazione e tratto in arresto un pregiudicato di 48 anni, Alderico Rossi. Nell’appartamento, adibito a fumeria, sono stati rinvenuti 55 grammi di eroina del tipo brown sugar, 500 euro in contanti, un bilancino, sostanze per il taglio e siringhe. L’arresto è stato convalidato all’udienza di sabato mattina davanti al giudice unico Gerardo Boragine. Stamani è prevista la direttissima. Sono stati fermati anche alcuni clienti che avevano addosso l’eroina appena acquistata e altri che avevano consumato a casa dell’arrestato la dose.

Nell’arco della stessa notte i carabinieri del Nucleo Operativo, in collaborazione con la pattuglia del Cio, su segnalazioni di abitanti del vicinato, hanno fatto irruzione in un casale abbandonato nella zona della Bufalina, all’interno del quale si nascondevano due tunisini clandestini, Isam Derbali, 21 anni e Aymen Abidi, 24 anni. Dall’esame delle impronte digitali i due soggetti risultavano possedere ben 15 alias. Su di loro pendeva un decreto di espulsione da eseguire. Tratti in arresto si trovano attualmente in una cella di sicurezza presso la caserma dei carabinieri di Viareggio e oggi si terrà la direttissima in tribunale a Viareggio.

La notte tra venerdì e sabato, su segnalazioni pervenute i carabinieri del nucleo operativo e il Cio hanno tratto in arresto un extracomunitario di 34 anni Smir Zaruni che ubriaco molestava i clienti di un bar a Viareggio. Lo straniero, scagliatosi contro i carabinieri del Cio è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Convalidato l’arresto, sabato mattina, si trova attualmente in carcere a Lucca. Oggi la direttissima, il clandestino era risultato già espulso lo scorso anno e aveva fatto rientro in Italia, dal Marocco, illegalmente.

La notte tra sabato e domenica è stato tratto in arresto a Massarosa per reati di spaccio relativi a detenzione e spaccio di stupefacenti L.M. del 1982, originario della Campania. Sul giovane pendeva una condanna a due anni. Non avendo espiato la pena, per lui si sono aperte le porte del carcere.

Letizia Tassinari

BALLOTTAGGIO LUNARDINI / PALESTINI: le affluenze ai seggi alle 22 di domenica 27 aprile

L’affluenza alle urne per scegliere il nuovo sindaco di Viareggio, in questo primo giorno del ballottaggio, ha segnato una decisiva flessione rispetto al primo turno. Nelle 63 sezioni di Viareggio e Torre del Lago l’affluenza ai seggi per le votazioni del Sindaco a mezzogiorno, su un totale di 53.411 elettori, è stata di 6.883 votanti, pari al 12,89%, rispetto ai 9.453 elettori, pari al 17,70%, che avevano votato domenica 13 aprile. Un quasi 5% in meno. Un “collasso” pronosticato da entrambi i candidati in corsa per la poltrona del Palazzo Municipale. Complice sicuramente il lungo ponte e la bella giornata che ha visto affollare le spiagge di Viareggio per la prima “ tintarella” e un primo tuffo e il fatto che la scorsa volta la votazione per la scelta del sindaco era abbinata alle elezioni politiche. I dati di affluenza registrati nelle 63 sezioni, sempre su un totale di 53.411 elettori, alle ore 19 sono stati di 17.890 votanti pari al 33,49 % , rispetto ai 26.895 votanti , pari al 50,35 % di domenica 13 aprile alla stessa ora. Un quasi 17% in meno. La stagione estiva è iniziata, tutte le attività turistiche e commerciali hanno lavorato a pieno regime. Domani potrebbe esserci un recupero degli assenti, grazie anche ai turni di chiusura di molti negozi e pubblici esercizi. L’ affluenza alle urne alle ore 22 è stata di 23.237 votanti pari 43,51 % rispetto ai 32.353 votanti pari al 60,57% di domenica 13 aprile. Un abbondante 17% in meno.

Ma come come hanno passato la giornata i due candidati a Sindaco? Luca Lunardini si ‘ svegliato di buonora, ha passato la mattina visitando tutti i seggi, assieme al suo staff, è andato a votare con tutta la famiglia alle 11, rincasando poi per il consueto pranzo domenicale, per ricominciare nel pomeriggio verso le 17 le visite ai seggi. Andrea Palestini invece per non pensare, ha trascorso la mattina in passeggiata, ed al seggio, il suo, è andato solo per votare, intorno a mezzogiorno, ha accompagnato al seggio la sua vecchia amica Marina, che insegna all’Università di Torino, scesa in treno a Viareggio solo per votarlo, ha pranzato con lei, riaccompagnandola poi alla stazione ed è andato allo stadio dei Pini a vedere la partita del Viareggio. “ Solo un pareggio – ha affermato- risultato non possibile per me”.

L’affluenza minore rispetto alla primo giorno del primo turno fa ben sperare Palestini, visto il vox populi vox dei che sostiene che l’elettorato di destra sia meno diligente di quello di sinistra nel ritornare alle urne per il secondo turno, ma non fa tremare Lunardini. “ Sono un ottimista di natura – ha detto – e credo che di regole scritte nella politica non ce ne siano”. Domani alle 15 inizierà lo spoglio dei seggi. In diretta dal Comune i risultati e le interviste su http://www.viareggioinTv.com


Letizia Tassinari

ATORN SCEGLIE IL WEB PER AVVICINARSI ANCHE AI GIOVANI- Record di accessi

Atorn ha aperto una finestra su Internet per avvicinare anche le nuove generazioni al mondo della solidarietà nel campo della ricerca scientifica e neurologica. Da alcuni mesi i video realizzati in occasione di eventi di rilievo vengono inseriti nel web. I video realizzati in diretta da viareggioinTv.com sono stati seguiti in diretta da oltre 2000 persone e da altrettante in replica, mentre quelli realizzati da VideoNewsTV, possono essere visti on line sui siti di Atorn (www.atornweb.org) e di VideoNewsTV (www.videonewstv.tv) , la web tv che ha anche realizzato per Atorn una pagina personale su You Tube. Basta andare su You Tube, inserire il nome Atorn e appaiono tutti i video, che possono essere scaricati e condivisi dai milioni di utenti di Internet. I video sono dedicati al Premio Atorn 2008, assegnato in presenza di una folla immensa a Giorgio Panariello per la solidarietà e al Prof. Gian Luigi Gessa per la ricerca scientifica. Un video sul web consente oggi una visibilità enorme, tra passaparola e marketing “virale”. I filmati infatti si possono condividere e possono essere scaricati da chiunque, inseriti in altri siti, aggregatori e blog. Per ogni singolo video si è inoltre in grado di verificare i paesi dai quali sono stati effettuati i contatti e il numero di contatti ricevuti. Nel mese di Aprile sono più di 8000 gli utenti che hanno visualizzato i video di Atorn sul web. Anche per Atorn quindi una rivoluzione mediatica, L’obiettivo è anche quello di parlare ai giovani di medicina e di ricerca in modo semplice ed efficace. Un modo in più di aumentare le opportunità di promozione per sostenere la ricerca scientifica.

Letizia Tassinari

BOTERO: RECUPERATE DALLE FORZE DELL’ORDINE ALTRE DUE OPERE RUBATE. Una telefonata anonima ne permette il ritrovamento

A seguito del furto delle sette opere d’arte del maestro Fernando Botero, avvenuto ad ottobre scorso nella Fonderia Artistica L’Arte di Pietrasanta, le indagini delle Forze dell’ordine del Commissariato di Polizia di Viareggio, in collaborazione con il Comando Compagnia dei Carabinieri di Viareggio, iniziava una serrata attività investigativa al fine di risalire all’autore o agli autori del reato e recuperare il tesoro trafugato. In particolare l’attività del Commissariato consentiva di circoscrivere e individuare l’ambiente criminale nel quale era maturato il reato, che a differenza di quanto si sarebbe potuto pensare, era maturato in un ambiente diverso da quello legalo al commercio illegale di opere d’arte rubate. Il lavoro del Commissariato è proseguito anche dopo il ritrovamento il 17 aprile scorso di tre delle sette statue, rinvenute e sequestrate dai Carabinieri di Viareggio in collaborazione con il Carabinieri di Treviso e Montebelluna al fine di addivenire al recupero di tutte le opere rubate. L’attività incessante ha consentito il recupero di altre due opere, I Ballerini e Il Cane, rinvenute nei pressi del Centro Italmaco, nel quartiere Varignano in Viareggio, contenute in due sacchi dell’immondizia occultati in un’aiuola di un giardino pubblico. La segnalazione è pervenuta tramite una telefonata anonima di un uomo la notte tra mercoledì e giovedì scorso intorno alle 22. Nei prossimi giorni gli uffici del Commissariato di Viareggio provvederanno a verificare la ‘autenticità di quanto recuperato. Il maestro Fernando Botero, al momento all’estero, è già stato contattato. Proseguono le indagini per il ritrovamento delle altre due.

Letizia Tassinari

LUCA LUNARDINI: il candidato a Sindaco di Viareggio del centro destra festeggia al Balena gremito di gente la chiusura della campagna elettorale. In diretta “polifonica” la telefonata di Silvio Berlusconi

Un Balena gremito di gente, politici ma anche simpatizzanti e tanti elettori, per la festa di fine campagna elettorale che il candidato sindaco di centro destra dottor Luca Lunardini, ha organizzato venerdì sera. Una serata piacevole dove si sono alternati momenti ufficiali e momenti ludici diretti da Fabrizio Diolaiuti.

Ricco buffet per tutti gli ospiti, cabaret con il comico Graziano Salvadori e al piano Dino Mancino con le sue esibizioni performance. “ Azurro” di Celentano, ha intonato il pianista a inizio serata, come l’azzurro dei colori del Pdl , passando per musiche di ogni genere, finendo con l’Inno Nazionale.

Ma il clou della serata è stata la telefonata, annunciata già alle prime ore della mattina, che il Presidente Silvio Berlusconi da Roma ha fatto sul cellulare di Giovanni Santini, il coordinatore Provinciale di Forza Itala, trasmessa ” in polifonia” grazie all’impianto predisposto dai tecnici. Il Presidente Burlusconi, che non è potuto essere a Viareggio di persona per gli impegni dovuti al Governo, non ha voluto mancare di essere vicino al candidato sindaco Lunardini, per un messaggio augurale. Informatissimo sul programma elettorale e su tutte le problematiche della città di Viareggio, piano della sosta incluso, ha promesso, in caso di vittoria al ballottaggio del candidato di centro destra, di venire a trovarlo “a patto che mi si inviti a cena per mangiare i piatti tipici – ha scherzosamente affermato.

Letizia Tassinari

IL 25 APRILE A VIAREGGIO

Alla celebrazione del 25 aprile , la Festa della Liberazione, c’erano tutti. Il Sindaco uscente Marco Marcucci, e tutti e due i candidati a Sindaco che tra poche ore si affronteranno per l’ultima prova, quella del ballottaggio, Andrea Palestini e Luca Lunardini. Chi si immaginava che il candidato di centro destra, il medico urologo dottor Luca Lunardini, non avrebbe partecipato alla parata commemorativa della liberazione dell’Italia, si è sbagliato di grosso.

Perchè non solo Lunardini era davanti al palazzo municipale con tanti dei suoi sostenitori, ma ha anche sfilato con tutto il corteo preceduto dalle autorità e dalla banda, che ha accompagnato la “ camminata” con le note di “ Bella Ciao” e l’inno nazionale, fino alla cerimonia della deposizione della corona di alloro al monumento dei caduti.

Tante le bandiere rosse al vento, quelle di Sinistra l’Arcobaleno e quelle del Pd , e tra la folla oltre al candidato di centro sinistra Andrea Palestini anche Roberto Pucci , Milziade Caprili e tutti gli alti vertici della Cgil Versilia che hanno fatto nell’occasione un volantinaggio piu’ politico elettorale che celebrativo della ricorrenza. “Ogni antifascista e democratico che ha a cuore il destino di Viareggio – si legge – non può che essere preoccupato di vedere monarchici ed estremisti di destra come la Fiamma Tricolore in corsa per governare con il centro destra la nostra città. Il 25 aprile è la festa di tutti i democratici a antifascisti, scendiamo in piazza insieme alle istituzioni democratiche per celebrare la liberazione e scongiurare ogni ritorno al passato”.

Letizia Tassinari