INCENERITORE DI FALASCAIA, LA RELAZIONE DELLA COMMISSIONE. TRA LE PROPOSTE SUPERARE IL CONTRATTO DAVIDDI, BONIFICARE L’AREA E PUNTARE SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Il Consiglio Provinciale ha preso atto con soddisfazione del lavoro svolto dalla Commissione speciale sull’impianto di Falascaia, costituito dalle numerose audizioni effettuate e dall’ampia documentazione raccolta e sintetizzato nella relazione presentata e condivisa in modo unanime dalla Commissione stessa. Il Consiglio ha anche considerato tutto il materiale come un utile patrimonio conoscitivo messo a disposizione anche dell’Esecutivo, degli Enti Locali e di tutta la collettività, ” affinché cresca la consapevolezza e la trasparenza sulle problematiche connesse all’inceneritore di Falascaia e più in generale alla gestione dei rifiuti” e , ha promesso, di continuare a monitorare e approfondire la questione attraverso i suoi organi. La relazione presentata, che è stata discussa nella seduta consiliare dello scorso 8 gennaio, è stata approvata all’unanimità da tutti i 18 consiglieri presenti e votanti. La società Veolia ,che dall’ottobre del 2007 aveva rilevato il ramo d’azienda di Tev relativo tra l’altro all’inceneritore di Falascaia, dopo aver compiuto nel maggio 2008 un’indagine interna, aveva presentato due esposti alla Procura per denunciare le modalità “particolari” con cui erano stati gestiti i dati relativi alle emissioni di sostanze dannone ( CO): i dati del software erano stati modificati manualmente al fine di riportarli entro i limiti consentiti. L’Arpat, nel corso delle periodiche attività di controllo effettuate come prescritto dalla normativa si era però limitata a recepire i dati sulle emissioni forniti dalla società. La magistratura sta tuttora indagando per accertare se la società abbia alterato i dati relativi alle emissioni per farli risultare entro i limiti di legge e per far apparire l’impianto, al momento dei controlli, come funzionante a pieno regime. D’altro canto è risultato che l’attività di controllo e di vigilanza dell’Arpat si sia concentrata sull’impianto di Falascaia in misura superiore rispetto agli altri impianti esistenti in Toscana e che le verifiche abbiano dato risultati rassicuranti: infatti dai valori di emissione delle diossine e degli altri inquinanti è emerso che il sistema di abbattimento dei fumi abbia funzionato comunque, ad eccezione dei casi di sforamento del 2003 e del 2008. I controlli, effettuati con il metodo AMESA, che hanno accertato il superamento dei limiti di legge per le emissioni di diossina nell’anno 2008, sono stati richiesti dalla Provincia di Lucca. Dalle criticità emerse, la Commissione Speciale ha sottoposto al Consiglio Provinciale le riflessioni e le cinque possibili linee di intervento: in primis la necessità di recuperare la fiducia dei cittadini nei confronti di chi gestisce l’impianto e degli enti preposti al controllo del funzionamento e delle emissioni dello stesso, poi l’esigenza di mettere in campo, con gli altri enti coinvolti, una forte volontà per superare il contratto ” Daviddi”, la necessità di bonificare l’area limitrofa all’impianto di Falascaia, la possibilità di costituirsi parte civile nel caso in cui la magistratura accerti che siano stati compiuti dei reati nella gestione degli impianti e la volontà di rendere d’ora in poi trasparenti i rapporti tra il gestore dell’impianto e i cittadini. La Commissione Speciale ha poi ritenuto importante sostenere economicamente il sistema di raccolta differenziata. Il “porta a porta”, che consente di valorizzare e far crescere tra i cittadini un modello culturale alternativo a quello non più sostenibile dell’usa e getta, ha avuto nella provincia lucchese risultati lusinghieri ma non ancora sufficienti, considerato l’obiettivo da raggiungere entro il 2012 è del 65%, con un aumento progressivo del 5% annuo. Fondamentale per la riuscita sarà prevedere ulteriori azioni che consentano di raggiungere i traguardi del riciclo

Letizia Tassinari

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2009/01/10/inceneritore-di-falascaia-la-relazione-della-commissione-tra-le-proposte-superare-il-contratto-daviddi-bonificare-larea-e-puntare-sulla-raccolta-differenziata/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: