VIAREGGIO SEMPRE PIU’ BLU, PIANO DELLA SOSTA SOTTO ACCUSA: PRESENTATO IL MANIFESTO DEL PD IN OCCASIONE DELLE EUROPEE

img055

…e Viareggio è sempre più blu…”, e con tanto di note musicali disegnate in calce.

varie letizia 2535Ma non si tratta di uno spot pubblicitario di un concerto canoro, o di una “parodia” della famosa canzone di Rino Gaetano, bensì del manifesto elettorale, ideato dalla consigliera comunale di opposizione Chiara Romanini per le prossime elezioni europee, e fatto fatto stampare dal Partito Democratico di Viareggio.

varie letizia 2538La presentazione è stata ufficializzata ieri mattina nel corso di una conferenza stampa nelle stanze della sede di via Regia, alla presenza del segretario versiliese Giovanni Giannerini, del consigliere Leonardo Betti e del capogruppo consiliare Antonio Batistini. Il manifesto, già da ieri, si trova affisso sulle plance elettorali di tutta Viareggio. Mentre la versione volantino verrà effettuata “a getto”, capillarmente diffusa tra tutti gli esercizi pubblici della città, bar, ristoranti, negozi e stabilimenti balneari. “Dopo il 22 di giugno, ossia a votazioni finite, il volantinaggio non si fermerà. Questa è la promessa, che sarà mantenuta al di là del risultato elettorale. Nei manifesti e volantini è riportata la caricatura del sindaco Luca Lunardini, con tanto di fascia tricolore, munito di pennello e secchio di vernice, rigorosamente di colore blu. Come le strisce dei parcheggi a pagamento previste in tutta la città dal nuovo Piano della Sosta. “Si vota per le europee, ma di fronte a questa giunta di centro destra, incompetente e deludente anche per chi ha votato Lunardini per scelta politica, con convinzione di colore, e non per ‘rabbia’ o delusione dell’operato dei dieci anni anni “marcucciani”, è importante il riferimento locale – ha spiegato Giannerini. In poche parole il manifesto elettorale del Pd è un invito rivolto agli elettori di Lunardini a dare un giudizio su quanto promesso, e non fatto, dall’attuale Amministrazione Comunale, prima di presentarsi alle urne per il voto europeo. “Il commercio e il turismo sono già di per sé indeboliti, ma la ciliegina sulla torta è arrivata con il piano della sosta, e la prima cosa che farò se sarò eletto sindaco sarà quella di abolirlo”, fu la promessa in campagna elettorale dell’attuale primo cittadino. “Promessa non mantenuta, visto che si paga sempre, e che dal 1 luglio entrerà in vigore, per ora solo in centro, il nuovo Piano della Sosta, peggiore del precedente a firma di Di Fonzo”. Un modo per far cassa peggiore del precedente, secondo gli esponenti del Pd: “ ora non sono più previsti bus navetta nè parcheggi scambiatori”. “Dal momento che il Consiglio Comunale ha revocato le delibere consiliari della Giunta precedente riguardanti il vecchio Piano della Sosta, abbiamo chiesto al comandante dei Vigili Urbani se in questo periodo di transazione sia lecito parcheggiare gratis, ma Strippoli ci ha risposto di no, ossia si paga ugualmente, perche quelle delibere erano supportate da successive delibere di giunta, ancora valide perchè mai revocate”. “L’ennesima farsa e presa di giro di questa giunta di centro destra – hanno affermato i quattro esponenti del Pd aggiungendo di non conoscere, perchè top secret, i provvedimenti che il Pdl si appresta a fare. “Viva la trasparenza promessa”. Un accenno alla Mover, e alla sentenza del tribunale di Lavoro che ha visto condannare il suo presidente Gigi Sugliano per condotta antisindacale, non poteva mancare: “il sindaco per decidere sulle dimissioni di Sugliano, da noi chieste con una mozione presentata mesi or sono, quando la causa di lavoro era all’inizio, ora non ha più scuse. Voleva aspettare la decisione della magistratura, ora ce l’ha, al di la di un secondo grado di giudizio, vogliamo ricordare al primo cittadino, al di là del fatto che una sentenza è sempre pronunciata in nome del popolo italiano, che Gigi Sugliano, da lui nominato come presidente di una società partecipata solo da enti pubblici, ha mentito spudoratamente sia davanti una commissione consiliare che davanti a un magistrato, negando di aver mai incaricato un’agenzia investigativa per far seguire i dipendenti, e se ha detto finalmente la verità, ritrattando e rischiando una denuncia per falsa testimonianza, è stato solo davanti all’evidenza di due assegni da 18mila euro, con soldi pubblici, da lui pagati agli 007”. Un ultima domanda al primo cittadino: “Visto che Sugliano ha ingaggiato un pool di tre avvocati, tra i quali un cattedratico di diritto del lavoro dell’Università di Pisa, quanto è costato al Comune, ossia alla città, difenderlo?”

Letizia Tassinari

il-nuovo-corriere-della-ver

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2009/05/31/viareggio-sempre-piu-blu-piano-della-sosta-sotto-accusa-presentato-il-manifesto-del-pd-in-occasione-delle-europee/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: