“NON RIVELEREI MAI I NOMI DEI MIEI CLIENTI”, PARLA REGINA, LEADER DEL MOVIMENTO TRANS, DOPO IL CASO MARRAZZO

TORRE DEL LAGO 010Troppo rumore sulla vicenda Marrazzo”. A pensarlo, e ad affermarlo, è Regina Satariano, che da venti anni esercita con altissima professionalità la sua attività di “sex worker”. Senza scandali. Per quindici anni ha fatto solo quello, ora, da cinque, lo fa per “hobby”, e solo con vecchi clienti habituè, diventati col tempo anche amici. “Non ho mai chiesto a un cliente cosa fa nella vita. A meno che lo stesso, spontaneamente, non me lo abbia raccontato”. Certo, se si tratta di un “vip”, di chiedere informazioni non ce n’è bisogno. Ma Regina ha sempre avuto un suo codice deontologico: “Se lo riconosco cambia solo la base di partenza del mio tariffario, che non è lo stesso che applicherei a un ragazzo che mi arriva in tuta da lavoro in pausa pranzo”. Ma chi sono stati, e sono attualmente, i clienti di Regina? “Di ogni tipo – ci racconta. Nessun nome, la titolare del noto locale di Marina di Torre del Lago e referente toscana, dal ’92, sia del Mit che responsabile regionale dei diritti civili delle prostitute, su questo mantiene il massimo riserbo: “non mi presterei mai a nessun ricatto, ho sempre esercitato sotto la luce del sole, che non sono una suora di clausura e che i soldi che verso in banca non sono oboli di beneficenza, lo conferma il fatto che ho sempre detto pubblicamente che facevo la puttana, chiedendo anche di poter pagare le tasse sui miei proventi, cosa che non mi è mai stata possibile fare, tanto da dover pagare il condono tombale, come il peggiore dei delinquenti”. Nella sua “agenda” ci sono stati, e ci sono, nomi importanti: personaggi dello sport, “soprattutto del calcio” – ci dice -, dello spettacolo, alte cariche militari, magnati arabi, comandanti di panfili, e anche tanti politici locali. Passare una serata con lei, in lire, costava un milione: “ho sempre avuto il vantaggio di essere io a scegliere”. E ancora ha questo privilegio: dire anche di no. “Anche diversi senatori sono tra i miei clienti, sia di sinistra che di destra, con l’unica differenza che quelli di sinistra sono piu’ “free”, e quelli di destra hanno più timori”. Ma sui i nomi è top secret: “ho sempre avuto a cuore i miei clienti, e loro si fidano di me”.

Perchè un uomo etero cerca una trans?

HALLOWEN 2009 077“Per tanti motivi, ma forse il perno trainante è la fantasia”. Regina è una trans di classe, in molti clienti si sono innamorati di lei: “Mai confuso il mio lavoro con l’amore”. E la prova sono i suoi 16 anni con il suo compagno Luca: “una storia di amore, ancora bellissima, nata a Livorno durante una sfilata di intimo”.

Letizia Tassinari

il-nuovo-corriere-della-ver

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2009/10/31/non-rivelerei-mai-i-nomi-dei-miei-clienti-parla-regina-leader-del-movimento-trans-dopo-il-caso-marrazzo/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: