MONDO SINDACALE: LA GUERRA INTERNA NON CESSA, CONTINUA LO SCONTRO SULLA SCELTA DEL SEGRETARIO

Le polemiche sulla nomina di Paolo Bruni non cessano. “Il Coordinamento di Zona della Versilia riunitosi a Viareggio il 26 ottobre giudica negativamente la decisione di nominare il responsabile di zona senza svolgere la preventiva consultazione del Coordinamento stesso – scrive in una nota Andrea Antonioli -, questa procedura infatti viola il deliberato del direttivo provinciale della Cgil del settembre 2006 contenuto nel “documento d’intenti per le priorità locali, strategiche e organizzative della Cgil provinciale di Lucca”. Documento, questo, frutto di un lungo lavoro del direttivo provinciale a cui ha contribuito fattivamente il Coordinamento di Zona della Versilia e che, come precisa l’ex segretario della Camera del Lavoro di Viareggio, prevede che “il Direttivo Confederale elegge anche i segretari di zona sulla base delle proposte avanzate dalla segreteria sentiti i coordinamenti di zona”. “Questa procedura è frutto proprio di una proposta avanzata dal Coordinamento di zona della Versilia – sottolinea Antonioli – e accolta unanimamente, che riprende un preciso vincolo previsto nel documento in base al quale fu definita l’unificazione del Comprensorio della Versilia con quello di Lucca che prevedeva una consultazione preventiva con i comitati degli iscritti e le Leghe SPI della Zona. La violazione di questa procedura pregiudica la scelta assunta dalla segreteria indipendentemente da qualunque valutazione di merito sul compagno prescelto e da qualunque valutazione di carattere politico”. Versilia come zona da rilanciare e il rilancio, per Antonioli, “passa necessariamente dal pieno riconoscimento del coordinamento nella funzione essenziale di scelta dei propri dirigenti, fuori da qualunque logica di appartenenza a documenti/aree programmatiche”. L’ordine del giorno presentato dal Coordinamento, che invitava la segreteria a “revocare le proprie scelte aprendo il percorso previsto dal documento politico organizzativo del 2006”, è stato votato da 14 persone, con un astenuto. “Ora la segreteria provinciale dovrebbe prenderne atto, e ripetere la procedura, secondo le regole”.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)


Published in: on ottobre 28, 2010 at 8:30 am  Lascia un commento  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2010/10/28/mondo-sindacale-la-guerra-interna-non-cessa-continua-lo-scontro-sulla-scelta-del-segretario/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: