URANIO, SCIOPERO DELLA FAME: L’ORDINE DEL GIORNO DEL GOVERNO NON CAMBIA LA LEGGE

Uranio, un bluff? “Sembra impossibile ma oggi si può affermare senza ombra di dubbio che i genitori dei militari morti ed i militari ancora malati da uranio impoverito, sono stati presi in giro per l’ennesima volta”. Dopo il sit- in di martedì scorso sotto il Ministero della Difesa, con manifestanti anche dalla Versilia,una delegazione era stata ricevuta e rassicurata e alla stampa presente era stato consegnato il testo di un decreto modificato secondo le istanze dei familiari, rispondenti alla verità acclarata dai tribunali. Ringraziamenti, saluti e soddisfazione da parte di tutti, alcuni genitori avevano anche pianto ma ora che hanno scoperto il “bluff” – sarebbe infatti stato fatto un’ Ordine del Giorno, che è un atto politico che non cambia di fatto il provvedimento – sono distrutti e pronti a tutto. “Non ci sono parole per quanto perpetrato a loro danno – afferma il responsabile dell’Osservatorio Militare – e un gruppo di genitori inizierà molto presto uno sciopero della fame sotto il Quirinale: non serve “autorizzazione” per cominciare, non crediamo che la Polizia manderà i manganelli a colpire i genitori che hanno perso i figli per uno Stato che cerca di annullare con legge sentenze di condanna a suo carico e che non solo uccide ma offende anche la memoria”.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on gennaio 28, 2011 at 12:20 pm  Lascia un commento  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/01/28/uranio-sciopero-della-fame-lordine-del-giorno-del-governo-non-cambia-la-legge/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: