BLITZ DEI CARABINIERI NEL TERRENO DI TUREDDI

Era coperto da un telo giallo quando lunedi della scorsa settimana lo abbiamo fotografato per la prima volta parcheggiato nel campo di Francesco Tureddi a Piano di Mommio. Poi la “scoperta” di venerdi: la targa, DM727LT, corrispondeva a quella del furgone del quale la Unicredit Leasing aveva richiesto a David Paolini la restituzione, notificandogli un atto di precetto a seguito di una morosità pregressa di 4.657,67 euro . E i militari dell’Arma, ieri mattina, si sono recati al campo in gestione a Tureddi e al suo “socio” Massimo Remorini, al momento unico indagato per la scomparsa di Maddalena Semeraro e Claudia Velia Carmazzi, rispettivamente nonna e mamma di David. Il Mahinda Bolero verde è stati infatti “denudato” dai carabinieri del Nucleo Investigativo e i legali di David Paolini, avvocati Alberto e Francesco Consani, hanno già provveduto ad intimare per iscritto la restituzione dell’autocarro, recapitandola al legale dello “zio”, avvocato Giorgio Paolini. “La restituzione del mezzo, intestato alla EdilMa.Re, ditta individuale della quale il nostro assistito è il legale rappresentante, ma del quale David non ha mai avuto la disponibilità, visto che era in uso a Massimo Remorini che di fatto gestiva l’attività, dovrà avvenire entro oggi – hanno precisato gli avvocati Consani -, dato che questo è il termine dell’atto di precetto”. Anche per evitare ulteriori spese di esecuzione forzata. Probabile che la Procura voglia vederci chiaro anche su questa vicenda che insieme ad altre storie venute a galla nelle more delle ricerche delle due donne scomparse sta dando del “filo da torcere” agli inquirenti. In quel campo a due passi dalla via Sarzanese, come già scritto dal “Nuovo Corriere” giorni addietro, ci sono anche il vestiario, l’argenteria e il cane Chicco di Raffaella Villa, l’architetto comasco che dopo la vendita della sua casa in via Carlo Pisacane alla famiglia Massa tramite Massimo Remorini, afferma di essere rimasta col suo conto corrente prosciugato. Le indagini coordinate dal pubblico ministero Sara Polino proseguono, sia per ritrovare i corpi di Maddalena e Velia che per dipanare l’intricata matassa di questo giallo versiliese la cui soluzione non dovrebbe essere lontana.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Advertisements

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/01/31/blitz-dei-carabinieri-nel-terreno-di-tureddi/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: