CHIUSA LA CASA DI RIPOSO ABUSIVA: SIGILLI ALLA RESIDENZA PER ANZIANI A CAMAIORE, OSPITAVA TRE DONNE QUASI CENTENARIE

Casa chiusa…ma non nel senso che si potrebbe pensare. A mettere i sigilli a una residenza per anziani, a Camaiore sono stati i militari dell’Arma della stazione locale, con il supporto dei carabinieri del Nas di Livorno diretti dal capitano Riccardi e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Lucca. Le voci di paese, nella frazione di Pedona, si rincorrevano da tempo, e come si sa..”vox populi vox dei”. Il “pettegolezzo”, arrivato anche alle orecchie dei militari che hanno iniziato una intensa attività di indagine, è poi risultato più che fondato tanto che quando due giorni fa gli investigatori hanno fatto irruzione nell’abitazione, procedendo ai necessari controlli, la realtà emersa è stata quella che all’interno della casa veniva esercitata abusivamente un’attività di “residenza assistita per anziani”. Le tre “nonnine” quasi centenarie, una di 95 anni, una di 97 e l’altra di 99, in realtà stavano bene, ma non solo la “casa” era priva delle necessarie autorizzazioni, pure le condizioni igienico-sanitarie lasciavano a desiderare: “Abbiamo persino trovato animali che si aggiravano liberamente nelle stanze delle tre vecchiette – hanno precisato il comandante della Compagnia viareggina maggiore Andrea Pasquali e il tenente Fabio Truddaiu, alla guida del Nucleo Operativo Radiomobile. Per la proprietaria, una 61enne del posto che nella sua attività era aiutata da una donna originaria della Polonia, tra l’altro assunta al nero, è scattata la denuncia per abbandono di persone incapaci e le sono state elevate sanzioni amministrative per 18mila euro. Le tariffe applicate alle anziane ospiti, alle quali venivano anche somministrati farmaci e terapie senza che la proprietaria della casa-residenza avesse alcune abilitazione alla professione medica, variavano tra i 1500 e i 1800 euro per vitto e alloggio, meno dei prezzi standard delle strutture pubbliche e private, e sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per verificare, se in passato, oltre alle tre ultranovantenni trovate durante il blitz e che una volta visitate dal personale di Medicina Legale della Usl 12 sono state trasferite in una struttura sanitaria autorizzata, siano state ospitate altre persone.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Annunci
Published in: on febbraio 4, 2011 at 9:00 am  Lascia un commento  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/02/04/chiusa-la-casa-di-riposo-abusiva-sigilli-alla-residenza-per-anziani-a-camaiore-ospitava-tre-donne-quasi-centenarie/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: