MONOSSIDO DI CARBONIO, UN’INTERA FAMIGLIA INTOSSICATA

Una famiglia di quattro persone, tra cui un bambino, si trova da ieri notte nella camera iperbarica dell’Ospedale Cisanello di Pisa, per una intossicazione, per fortuna non grave, dal monossido di carbonio. Poco dopo la mezzanotte l’abitazione è stata invasa dalle esalazioni del generatore di corrente, pare alimentato a gasolio, che si trovava all’interno. Uno dei componenti la famiglia, che per primo ha accusato il malore, è riuscito a chiamare il 118 e sul posto sono intervenute due ambulanze della Misericordia, da Torre del Lago e da Viareggio, assieme ai mezzi dei Vigili del Fuoco e a una pattuglia dei Carabinieri. Una volta trasportati al Pronto Soccorso dell’Ospedale Unico “Versilia”, i medici hanno disposto il trasferimento al nosocomio pisano di C.C., il capofamiglia 35enne, della sua convivente di 29 anni, B.M. le iniziali, del piccolo figlio, T.C., di sette anni, e dell’anziana madre dell’uomo di 67. Le condizioni degli intossicati non sono comunque gravi. Quattro volontari della Misericordia, intervenuti nelle operazioni di soccorso, sono stati trattenuti in osservazione fino a ieri mattina al “Versilia” e poi dimessi. Da capire, ora, i motivi dell’utilizzo del generatore di corrente all’interno dell’appartamento dove la famiglia vive. Del caso si occupano i militari dell’Arma.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/02/17/monossido-di-carbonio-unintera-famiglia-intossicata/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: