TURISMO, IL PIATTO PIANGE E LA CONFESERCENTI LANCIA L’ALLARME

Viareggio schiacciata dalla concorrenza dei Comuni limitrofi. Pare assurdo ma è cosi . ” I dati dalla Provincia ed elaborati dal Centro Studi Turistici evidenziano l’affanno e le difficoltà che la nostra città vive”, afferma il direttore della Confesercenti Alessandro Cerrai. Ma quali sono le ragioni di questo dato negativo, di un calo di arrivi e presenze di turisti nel 2010? “Sicuramente molteplici, così come le cause – risponde Cerrai -, da una parte vi sono responsabilità dell’Amministrazione Comunale: lo stato di trascuratezza della città sotto l’aspetto del decoro, dell’arredo urbano, della pulizia, sicuramente insufficiente, il non aver perseguito una politica e scelte conseguenti sul turismo congressuale la mancanza di interventi sulla mobilità ed i parcheggi”. A cui si aggiungono sicuramente anche le preoccupanti voci sul futuro del Festival Pucciniano. “Soprattutto in questi tre anni di Amministrazione Comunale – aggiunge il direttore della Confesercenti – sicuramente non è emersa un’ idea di sviluppo e di progettualità sul futuro di Viareggio”. Ma sarebbe sciocco pensare che le colpe siano esclusivamente dell’Amministrazione Comunale: emergono infatti i limiti evidenti di un modello su cui si reggeva il turismo a Viareggio, e che non regge più: “Il crollo della ricettività nelle seconde case, la chiusura e perdita di strutture ricettive sono emblemi della situazione, che il mondo è cambiato, così come il turismo, e non si può continuare a cullarsi nella visione della Viareggio degli anni d’oro, perchè quei tempi non torneranno”. Insomma, non serve piangere  sul latte versato o peggio ancora cancellare questi dati e continuare come se nulla fosse e non occorrono nemmeno fughe in avanti. “Serve davvero inseguire il concorso di Miss Italia – chiede Cerrai – sapendo che poi il costo complessivo di tale evento sarà insostenibile?”. Non a caso numerosi Comuni con le spalle più robuste di Viareggio si sono già tirati indietro. “Proviamo invece ad avanzare una proposta – questa l’idea -, le risorse economiche che il Comune potrebbe dedicare a Miss Italia, le metta sul piatto per definire un progetto concreto e concordato di rilancio e sviluppo turistico della nostra città, invitando a fare lo stesso Regione, Provincia,  categorie economiche, mondo delle imprese e al tempo stesso si definiscano tempi e priorità mettendo il turismo veramente al centro dell’azione amministrativa come occasione di crescita di tutta la città”. Dopo aver analizzato i dati sull’andamento turistico, quello che si aspetta Confesercenti è che nei prossimi giorni il Sindaco e l’Amministrazione Comunale, convochino tutti i soggetti interessati per presentare progetti sul turismo e raccogliere contributi e proposte.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Annunci
Published in: on aprile 1, 2011 at 12:20 pm  Lascia un commento  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/04/01/turismo-il-piatto-piange-e-la-confesercenti-lancia-lallarme/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: