CATTURATO UN LATITANTE

Era latitante da mesi, ma la Polizia Ferroviaria di Chivasso, in provincia di Torino, lo ha fermato per un banale controllo, identificato ed arrestato. E’ finita cosi la fuga di Liviu Ilie Bodale, sul quale pendeva un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 13 dicembre scorso dal Gip del Tribunale di Lucca Simone Silvestri. Il malvivente era stato individuato durante l’indagine “Jakpot” portata a termine dagli uomini del commissariato di Forte dei Marmi. Il 26 marzo dello scorso anno gli agenti della Squadra Volante diretti da Enrico Parrini intercettarono una Golf ed un Passat che alla vista della pattuglia dettero gas, imboccando l’A12 e dandosi alla fuga. La prima macchina risultò rubata pochi giorni prima a Ivrea mentre la seconda macchina rubata a Massa. A bordo delle due auto viaggiava una banda responsabile, quella stessa notte, di un furto di slot machine messo a segno all’ Ottavo Peccato di Santo Stefano Magra. Il folle inseguimento, con il telepass del casello di Viareggio svelto dalle due auto in fuga, si concluse con il fermo della Golf e l’arresto di uno dei componenti della banda, il Bodale, e il recupero da parte della Polizia di 2.246 euro in monete e banconote che si trovavano all’interno di uno zainetto nell’auto assieme a numerosi attrezzi da scasso mentre gli altri malviventi riuscirono a fuggire con la Passat. Durante le indagini, coordinate dal Pm lucchese Lucia Rugani, emerse che il gruppo era composto da tre rumeni, residenti nel capoluogo piemontese che, nel bimestre febbraio – marzo 2010, si era associato per rubare in bar di tutta la Toscana e la Liguria e l’Autorità Giudiziaria emise tre provvedimenti di custodia cautelare in carcere per i reati di associazione a delinquere, concorso in furto aggravato e continuato, e ricettazione. Vasile Patras fù rintracciato, dopo alcuni giorni di ricerca, a Torino dal personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Forte dei Marmi e messo in cella mentre gli altri due componenti della banda, tra cui quello arrestato in flagranza, ossia Bodale, ma scarcerato, erano poi riusciti ad eludere le ricerche, probabilmente rifugiandosi nel paese di origine.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Rispondi
Rispondi a tutti
Inoltra
Advertisements
Published in: on maggio 11, 2011 at 8:03 am  Lascia un commento  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/05/11/catturato-un-latitante/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: