SUBITO I CONTROLLI ALLA LECCIONA, LUNARDINI CONVOCA DIRETTORE E DIRIGENTI E BYPASSA LA GARA. LA MISERICORDIA METTE A DISPOSIZIONE MEZZI E UOMINI

Polemiche a non finire dopo la morte del 16enne di Prato avvenuta sabato pomeriggio in un tratto di mare difronte alla spiaggia libera della Lecciona, quest’ anno ancora mancante del servizio di sorveglianza. Alla riunione indetta ieri mattina dal sindaco Luca Lunardini il direttore generale, i dirigenti e l’avvocatura del comune hanno avuto precisi ordini dal primo cittadino di aprire immediatamente una gara informale di affidamento di incarico per sorvegliare i tre chilometri di arenile che va da Viareggio a Torre del Lago. Incarico che dovrà essere affidato entro il prossimo fine settimana, bypassando il bando di gara. Nel frattempo, in questi giorni, saranno la Protezione Civile e i volontari della Misericordia della frazione pucciniana a fare da “supplenti”. Il Presidente della Misericordia di Viareggio Roberto Monciatti ha messo a disposizione il quoad “29 giugno 2009”, inaugurato lo scorso mese, per il pattugliamento dell’arenile della spiaggia libera dalla via dei Comparini alla via della Bozzana. Il servizio coprirà la fascia oraria dalle 12 alle 18 e sarà funzionante da oggi con bagnini con licenza di salvamento. La Misericordia fin dagli anni ’50 è sempre stata presente sull’arenile della Lecciona con ambulanze e il “polmone d’acciaio”, una presenza importante che ha sempre garantito sicurezza sulla spiaggia da Viareggio a Torre del Lago. Forti le reazioni dell’opposizione. In primis quella del capogruppo comunista senatore Milziade Caprili: “la difesa del sindaco apparsa sui quotidiani è penosa (“sono meravigliato che a tutt’oggi la sorveglianza non sia ancora in funzione”), pare quasi che a parlare sia uno che passa, un villeggiante, un ignaro ospite”. Dello stesso parere Massimiliano Baldini del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago, che si chiede: “Lunardini la mattina va in Comune o vive sulla luna?” “Non se ne può più – aggiunge l’esponente dei dissidenti del PdL – di un primo cittadino che tutte le volte che è chiamato a dare risposte sui problemi della città, puntualmente scarica le responsabilità sugli altri come se lui fosse un passante. Quando è colpa dei debiti degli altri, quando è colpa dei dirigenti degli uffici, quando è colpa del Direttore Generale. Dopo più di tre anni di mandato la colpa è tutta sua che non è in grado di dare nessun indirizzo amministrativo e di farlo rispettare”. E anche dal Pd le reazioni sono risentite: “Il sindaco – affermano Antonio Batistini– non poteva non sapere dei ritardi, dal momento che quando spiega di aver dato mandato per l’appalto a metà giugno deve anche sapere che occorrono 30 giorni, per cui si sarebbe andati a metà luglio”.
Negli ultimi tre anni i servizi di sorveglianza alla Lecciona sono andati via via diminuendo, fino a sparire in questo inizio di stagione 2011, e a confermarlo è proprio il bagnino più “anziano”, Nicola Gallione, in servizio in quella spiaggia dal lontano 2008, e oggi disoccupato, che insieme al collega Ferdinando Pracchia, ha spiegato a Il Nuovo Corriere di quanto già difficile sia stato coprire un tratto così ampio, in soli sei bagnini. Ma almeno la sorveglianza c’era, con tanto di postazione e un patino di salvataggio, anche se “malandato”: “Ne abbiano salvati tanti di turisti, gettandoci in acqua a nuoto con il baywatch o con la tavola da surf, e non per 8mila euro al mese ma per 6 euro e 50 cent lordi all’ora”. E proprio raccogliendo la protesta dei bagnini disoccupati l’ex assessore alla Protezione Civile Antonio Nicoletti ricorda che “nell’era Marcucci per la sorveglianza spendevamo 80mila euro, di cui un terzo ci veniva pagato dalla Regione. Il centro destra, in questi tre anni, è riuscito a perderlo”. All’epoca furono acquistati anche 3 quoad e un auto attrezzata con la barella: “chissà che fino hanno fatto”. Ma intanto ieri mattina sulla spiaggia libera c’erano centinaia di famiglie con bambini, giovani e anziani…Molti dei quali, a loro rischio e pericolo, hanno anche fatto il bagno nonostante il mare mosso e le forti correnti.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia) 

Advertisements

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/07/19/subito-i-controlli-alla-lecciona-lunardini-convoca-direttore-e-dirigenti-e-bypassa-la-gara-la-misericordia-mette-a-disposizione-mezzi-e-uomini/trackback/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: