BECCATO CON 24 CHILI DI DROGA, ARRESTATO UN BULGARO RESIDENTE IN SPAGNA: L’HASHISH AVREBBE FRUTTATO SUL MERCATO CIRCA 250MILA EURO

Viaggiava con 24 chili di hashish in macchina il trafficante di droga arrestato dalla Polizia Stradale di Viareggio. Al volante di una Renault Megane rossa con targa spagnola e con ben 34 panetti di sostanza stupefacente nascosti all’interno, pari a 24 chili, che sul mercato avrebbero fruttato circa 250 mila euro, per l’uomo, un bulgaro residente in Spagna, si sono aperte le porte del carcere lucchese di San Giorgio, cosi come disposto dal Pubblico Ministero di Lucca che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare. Erano circa le cinque del mattino, ieri, quando una pattuglia della sottosezione della Polstrada diretta dal comandante Mauro Ciafro, ha notato l’uomo che a bordo dell’ auto con la targa straniera percorreva la carreggiata sud dell’A12. I poliziotti lo hanno seguito per qualche chilometro, poi una volta arrivati all’altezza dell’Area di Servizio Versilia Ovest lo hanno invitato ad accostare e hanno iniziato il controllo. Prima i documenti, poi, visto l’atteggiamento del conducente la cui tensione era salita alle stelle, anche l’abitacolo. Inevitabile l’arresto per Mityu Gardev un bulgaro di 46 anni, incensurato e residente in Spagna: appena aperto il portabagagli, tra le valige, gli agenti hanno trovato 13 panetti, altri 12 nella ruota di scorta tagliata, e 7 e 2 rispettivamente nel paraurti posteriore e nel cruscotto. Panetti misti, da un chilo e da mezzo chilo. Con anche il peso scritto a pennarello sul cellophane. Con il particolare “curioso”, come ha riferito il vice comandante Stefano Angeli durante la conferenza stampa, che per “coprire” l’odore della droga, e tentare di eludere i controlli, il bulgaro aveva riempito la sua Megane di Arbre Magic. Il narcostest effettuato sulla sostanza, posta sotto sotto sequestro insieme alla macchina, ha confermato che si trattava di hashish purissimo. L’uomo viaggiava da solo e proveniva dalla Francia, entrato in Italia dal varco di Ventimiglia, come dimostrato dal dal biglietto autostradale. Ma non si sa dove fosse diretto. Difeso dall’avvocato Antonio Tomellini dovra’ rispondere di traffico internazionale di droga.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/07/20/beccato-con-24-chili-di-droga-arrestato-un-bulgaro-residente-in-spagna-lhashish-avrebbe-fruttato-sul-mercato-circa-250mila-euro/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: