FURTO D’ARTE ALLA FONDERIA

Furto d’arte alla Fonderia di Massimo Del Chiaro a Pietrasanta: una preziosa opera in bronzo bianco dello scultore francese Mauro Corda – valore commerciale circa 50 mila euro – è stata rubata dal piazzale. Il furto è avvenuto la notte del 5 luglio 2011 presso la sede dell’azienda in via delle Iare. Un giovane, assistito da uno o più complici che attendevano in auto, ha scavalcato la recinzione e sottratto l’opera che, essendo pronta per la consegna, era stata posta in quei giorni sul piazzale esterno della Fonderia in attesa della spedizione. Il crimine si è svolto in meno di due minuti ed è stato interamente ripreso dal sistema di videosorveglianza dell’azienda, e la dinamica dell’azione ed alcuni particolari emersi dal successivo esame dei filmati fanno ritenere che si sia trattato di un furto su commissione: i ladri, infatti, sapevano esattamente cosa prelevare e dove si trovasse. Altre sculture che erano nelle vicinanze non sono state nemmeno toccate. I carabinieri della stazione di Pietrasanta, dopo la denuncia presentata, stanno svolgendo approfondite indagini sulla base degli indizi raccolti sul luogo del furto. Ma i titolari della Fonderia e l’artista fanno appello a tutti, anche per mettere sull’avviso eventuali inconsapevoli acquirenti dell’opera rubata: “Contorsioniste XI”, fa parte della serie di Contorsioniste che Mauro Corda sta esponendo nell’ambito della mostra “Riflexion” in centro a Forte dei Marmi, promossa dal comune in collaborazione con la Fonderia d’Arte Del Chiaro. Rispetto a quelle esposte a Forte dei Marmi si tratta però di un esemplare di ridotte dimensioni, pensato per una collocazione in ambienti interni. L’opera è realizzata in una speciale lega metallica denominata “bronzo bianco”, esclusiva formulazione della Fonderia Del Chiaro. Non trattandosi di una classica lega di bronzo si tende ad escludere l’ipotesi che la scultura possa essere stata rubata per essere fusa e rivenduta come semplice metallo, ricavandone peraltro poche centinaia di euro. Molto più probabile che l’opera venga prima o poi collocata sul mercato clandestino delle opere d’arte. “A questo proposito – fanno sapere dall’azienda – è opportuno segnalare che si tratta di un’opera numerata, a tiratura limitata (edizione numero 6 di 8 esemplari) e di facile individuazione nel corso di eventuali controlli in collezioni private, fiere o mercati”. Chi l’acquista corre dunque seri rischi di natura penale connessi al furto ed alla ricettazione. Gli inquirenti non escludono che proprio la concomitante esposizione di Forte dei Marmi abbia concentrato l’interesse dei ladri sulle opere di Corda, artista che da anni frequenta la Versilia e collabora con la Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro di Pietrasanta. Mauro Corda è un artista francese di origine italiana che gode di una buona reputazione negli ambienti artistici internazionali. E’ trattato da importanti gallerie ed espone regolarmente in Francia, in tutta Europa e in Asia.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 2, 2011 at 8:21 am  Lascia un commento  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/08/02/furto-darte-alla-fonderia/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: