GUERRA AI LOCALI ANCORA SENZA SOLUZIONE, INTERVIENE CONFESERCENTI

I locali delle due marine, in buona parte si sono adeguati al Regolamento che prevedeva di dotarsi di impianti a pioggia o sistemi in grado di ridurre la rumorosità. “Come Confesercenti abbiamo sollecitato e stiamo sollecitando i vari locali ad adeguarsi alla normativa – afferma il direttore Alessandro Cerrai -, quello che abbiamo sempre sostenuto, come si vede dalle osservazioni presentate formalmente, era la non condivisione del concetto “non udibile dall’esterno”, convinti che avrebbe aperto contenziosi e problemi tra locali e Amministrazione”. Tra le proposte avanzate dall’associazione di categoria c’era anche una formulazione migliore del penultimo comma dell’articolo 3: “ritenevamo che, come purtroppo sta accadendo, avrebbe portato ad una impossibilità di fare intrattenimento musicale – se non dietro investimenti ingenti – anche per i pubblici esercizi che, per il basso livello dei volumi, la quantità di pubblico coinvolto e la tipologia di musica, non hanno mai dato fastidio a nessuno”. E in questo senso Confersercenti si riferiva ai piccoli karaoke, come il Priscilla, colpito dall’ordinanza di chiusura a mezzanotte per aver preso due multe mentre stava installando l’impianto a pioggia, bar o ristoranti con orchestrine e così via, specie se non vicini ad abitazioni. Ma il direttore Alessandro Cerrai ricorda anche di aver posto l’accento sulla questione degli orari. “ rimaniamo convinti che la chiusura alle 3 della musica all’esterno sia troppo penalizzante per una località turistica come Viareggio, specie nei mesi di luglio ed agosto”. Ma intanto dal Comune ancora nessuna notizia circa l’annullamento della sanzione inflitta ormai da una settimana al locale di Regina Satariano, nonostante gli interventi dei legali e le “voci” che la situazione era in via di risoluzione. “Il sindaco mi ha detto che forse la vicenda sarà risolta domani – afferma Regina -, ma intanto ho dovuto mettere a casa ben cinque dipendenti”. Senza contare che la titolare del Priscilla ha comunque investito diverse migliaia di euro per l’acquisto e l’installazione dell’impianto a pioggia. E da ieri anche Alessio De Giorgi e Cristian Panicucci, titolari del Mamamia e Stupid!A, hanno iniziato lo sciopero della fame: “la vicenda del Priscilla doveva già essere risolta – scrive De Giorgi – ma oggi (ieri, ndr) abbiamo avuto l’ennesima fumata nera”.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 11, 2011 at 7:15 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/08/11/guerra-ai-locali-ancora-senza-soluzione-interviene-confesercenti/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: