PRECIPITA DAL BALCONE E MUORE, TOGLIEVA LA ZANZARIERA DALLA FINESTRA

Tragico incidente domestico, ieri mattina, in una villetta all’angolo tra via Baracca e via dei Partigiani nel quartiere ex Campo d’Aviazione. A perdere la vita, inaspettatamente, è stata Maria Grazia Maffei, una donna di 59 anni, che è caduta nel giardino dal terrazzo della sua abitazione mentre toglieva una zanzariera. Come aveva fatto già decine di altre volte, la donna anche ieri è salita sul muretto del terrazzo al primo piano della sua abitazione per pulire i vetri della veranda. Ma, questa volta, qualcosa è andato storto ed è precipitata nel vuoto. La vittima, per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, ha perso l’equilibrio mentre si trovava in piedi sul balcone intenta a pulire i vetri ed e’ precipitata di sotto, all’indietro, facendo un volo di circa quattro metri e sbattendo violentemente la testa contro un vaso di fiori. A dare l’allarme e’ stato un vicino di casa che ha sentito le urla dell’anziana madre della donna che ha assistito al tragico incidente. Al momento del dramma, infatti, in casa c’era solo lei e le sue grida disperate hanno richiamato l’attenzione dei vicini. Immediato l’intervento del 118, ma quando sul posto e’ arrivata sia un’ ambulanza della Croce Verde di Viareggio che l’automedica i soccorsi sono risultati vani, e il personale sanitario e il medico non hanno potuto far altro che constatare la morte. La donna, un casalinga, oltre al marito Adriano, un infermiere ormai in pensione, lascia due figli, Rodolfo Iacopetti che lavora come ingegnere informatico a Dublino, e Sergio Iacopetti che collabora come giornalista sportivo con la redazione viareggina del quotidiano La Nazione. La ricostruzione di quanto accaduto, classificato come incidente domestico, è stata effettuata dagli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di Viareggio e dal personale della Scientifica che hanno fatto i rilievi. Le varie escoriazioni rinvenute sul corpo della donna fanno presumere che Maria Grazia Maffei abbia tentato invano di aggrapparsi al terrazzo, per non cadere. In attesa del rito funebre, la salma è stata composta e verrà esposta nella camera ardente allestita alla Croce Verde. Tremendo lo strazio per chi conosceva la donna, molto conosciuta e stimata nel quartiere per il suo impegno nel volontariato. Al collega Sergio Iacoopetti, e a tutta la famiglia, per la tragica perdita di Maria Grazia Maffei, vanno il cordoglio e la vicinanza di tutti i giornalisti della testata de Il Nuovo Corriere.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on settembre 10, 2011 at 9:10 am  Lascia un commento  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/09/10/precipita-dal-balcone-e-muore-toglieva-la-zanzariera-dalla-finestra/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: