DA’ IN ESCANDESCENZE IN MEZZO ALLA STRADA

Le volanti del Commissariato di Polizia di Viareggio sono dovute intervenire due volte nell’arco di poche ore, ieri mattina in via Cavallotti davanti alla sede della Misericordia. Per ben due volte, infatti, un uomo è andato in escandescenze. E non è la prima volta. Ormai da qualche mese la scena, infatti, più o meno è la stessa. Ieri, intorno alle dieci e mezzo, l’uomo, camicia azzurra a mezze maniche, bermuda e gilet beige, si è sdraiato sotto la macchina del presidente Roberto Monciatti, parcheggiata a fianco del marciapiede, urlando che lo stesso lo aveva investito. Nulla di vero, ovviamente. Ma le grida hanno richiamato molti curiosi. Sono stati gli agenti della Squadra Volante a riportare la calma e a convincerlo ad allontanarsi. Poi però, dopo nemmeno due ore, l’uomo si è ripresentato, ancora più alterato: è salito negli uffici e ha iniziato a minacciare le impiegate – le urla si sentivano da fuori -, ha preso a pugni la fotocopiatrice e una volta uscito per strada si è messo a sbraitare che avrebbe distrutto l’autovettura del presidente, ma non trovandola, si è accontentato di mandare in frantumi i due vasi di fiori all’ingresso della Misericordia, colpendoli violentemente con il casco. All’arrivo della Polizia l’esagitato era però scomparso, come volatilizzato nel nulla anche se dalle testimonianze raccolte sul posto, gli agenti intervenuti, in attesa che venga formalizzata una denuncia, hanno subito capito di chi si trattasse.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/09/13/da-in-escandescenze-in-mezzo-alla-strada/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: