LA VIOLENZA DEL SABATO SERA, QUATTRO ACCOLTELLATI NELLA NOTTE: TRE AGGRESSIONI A CATENA, DUE DAVANTI AI LOCALI DELLA MARINA DI TORRE DEL LAGO, POLIZIA E CARABINIERI CERCANO GLI AUTORI

Notte di sangue a Viareggio, e guerra a suon di coltellate tra bande di extracomunitari per il controllo del mercato della droga. Sono quattro gli immigrati rimasti feriti nella notte tra sabato e domenica, e uno è molto grave. Gli episodi di violenza si sono consumati sia sulla Marina di Torre del Lago che in Darsena. Intorno alle 4 del mattino due pattuglie, della Polizia e dei Carabinieri, hanno trovato un tunisino di 41 anni e un marocchino di 26 accasciati sull’asfalto nelle vicinanze dei locali notturni del viale Europa. I due presentavano vistose ferite da arma da taglio alle braccia e alle gambe. Trasportati immediatamente al Pronto Soccorso dell’Ospedale Unico “Versilia”, le due vittime hanno riferito agli inquirenti di essere stati feriti da un gruppo di stranieri armati di coltelli, ma di non conoscere i motivi dell’aggressione. Poco dopo un’altra ambulanza della Misericordia della frazione pucciniana è intervenuta nuovamente sulla marina, questa volta per soccorrere un 21enne originario della Tunisia raggiunto da numerose coltellate. Anche in questo caso a colpire il ragazzo, che è anche stato derubato di 100 euro, sarebbero stati almeno quattro extracomunitari. La vittima ha riportato ferite guaribili in 20 giorni. Alle prime luci dell’alba, erano circa le 7 di ieri mattina, l’allarme al 113, al 112 e al 118 è scattato per un marocchino di 33 anni, conosciuto nell’ambiente dello spaccio con il soprannome di Tyson, trovato riverso a terra in una pozza di sangue nei pressi della Chiesina dei Pescatori in Darsena, a due passi dalla via Coppino e dalla Capitaneria di Porto. L’immigrato, già ferito nei mesi scorsi in pieno giorno in piazza Piave, e questa volta accoltellato all’addome, è stato portato urgentemente all’ospedale e sottoposto ad un delicatissimo intervento. I medici si sono riservati la prognosi. Secondo gli investigatori i tre episodi di violenza sarebbero collegati tra loro. Le persone coinvolte, infatti, appartengono tutte al mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti. Una notte di fuoco, insomma, con anche circa venti auto parcheggiate lungo i viali a mare di Torre del Lago e della Marina di Levante, che hanno subito danni – finestrini mandati in frantumi e rubati oggetti dall’interno degli abitacoli –, un turista campano aggredito e ferito al collo con una bottiglia e un giovane investito da un’auto pirata nei pressi del mercato ittico. Grande allerta tra le Forze dell’Ordine, con il questore di Lucca Francesco Nicola Santoro ieri mattina sulla Marina di Torre del Lago e in città assieme al dirigente del Commissariato di Polizia Leopoldo Laricchia, il maggiore dei Carabinieri Andrea Pasquali e il maggiore della Polizia Municipale Vasco Comaschi, per un sopralluogo sulle scene del crimine e per fare il punto della situazione, in virtù del summit di quest’oggi in Prefettura dove si riunirà il Comitato Provinciale per la Sicurezza. L’estate 2011 ha visto un’escalation di fatti di cronaca, nonostante siano stati impiegati, per garantire la sicurezza e l’ordine pubblico, oltre 400 uomini, tra agenti di polizia, militari dell’Arma e altri corpi. Da quando l’Europa ha vietato l’arresto dei clandestini e con i centri di espulsione ormai al collasso, anche a Viareggio si stanno verificando episodi di violenza che non accadevano ormai da anni.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/09/19/la-violenza-del-sabato-sera-quattro-accoltellati-nella-notte-tre-aggressioni-a-catena-due-davanti-ai-locali-della-marina-di-torre-del-lago-polizia-e-carabinieri-cercano-gli-autori/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: