UNITI PER LA SALUTE PUBBLICA

Versilia unita per la salute pubblica. E con i cittadini in prima linea a far sentire la propria voce-

A Bicchio

A meno di una settimana dall’inizio del processo per l’inceneritore di Falascaia a finire nel mirino è il progetto Eerica. “Erica? No, grazie. Non la vogliamo”. Gli abitanti di Bicchio dicono no al progetto del comune di Viareggio e Sea Risorse, che prevede l’attivazione di un impianto, dal 30 dicembre del prossimo anno, di una filiera che partendo dalla manutenzione del patrimonio boschivo, attraverso il processo produttivo di energia rinnovabile da biomassa ( legna vergine ), generi teleriscaldamento per imprese e utenti, pubblici e privati. E dopo aver preso carta e penna hanno scritto al sindaco Luca Lunardini: “Siamo un gruppo di abitanti della zona di Bicchio – si legge nella missiva -, e non crediamo alle dichiarazioni fatte da Del Pistoia in fase di presentazione del progetto al Pino Rosa, ossia che l’impianto non produca polveri sottili, rumorosità e traffico pesante”. A Bicchio, tra Viareggio e Torre del Lago, esistono da tempo anche altri problemi di inquinamento, come sottolineano i residenti, dalle serre florovivaistiche alla ex discarica delle Carbonaie. I tumori sono tanti, e in aumento. “E’ l’Arpat – aggiungono gli abitanti – ancora non ha dato risposte alle analisi”. Il capannone di circa 900 metri quadri che dovrebbe ospitare la caldaia per bruciare legna vergine e produrre acqua calda e energia elettrica, con riduzione delle emissioni inquinanti, dicono o progettisti, risparmio sulle bollette del 15/20%, e trasformazione degli scarti del taglio del verde delle pinete finalmente impiegati come risorsa invece che dispersi , gli abitanti, che temono per la loro salute, non lo vogliono. Contrari all’incenerimento di qualsiasi cosa, incluse le biomasse.

Antenne a Pedona

La salute dei cittadini innanzi tutto. E “sul banco degli imputati” finiscono anche le antenne radiotelevisive: a scrivere, preoccupati, all’Arpat, alla Asl 12, alla Regione e al sindaco di Camaiore sono gli abitanti di Pedona, preoccupati dai lavori di ampliamento: “le nuove installazioni andranno a incrementare ulteriormente i campi elettromagnetici a radiofrequenza, cause di genesi di cancro”, e chiediamo a Bertola di opporsi a questo scempio”.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on ottobre 18, 2011 at 8:20 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/10/18/uniti-per-la-salute-pubblica/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: