UNA NOTTE D’INFERNO, IL MALTEMPO FLAGELLA LA VERSILIA

La quiete dopo la tempesta…ma intanto, dopo i forti temporali della notte, si contano i danni. Per ore tutto il centro di Viareggio è rimasto allagato, è saltata l’illuminazione e alcune strade, incluso il lungomare, sono state chiuse al traffico. Pure i cellulari sono andati in tilt, mentre i livelli dei fiumi e dei canali in piena, in tutta la Versilia, hanno fatto temere il peggio. Il centralino dei Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Consorzio Bonifica e Forze dell’Ordine sono stati presi d’assalto. Soprattutto da anziani. I forti nubifragi che si sono abbattuti nella serata e nella notte su tutto il territorio hanno provocato una serie di allagamenti, smottamenti e frane. A Viareggio, come al solito, è finito sott’acqua il sottopasso della stazione ferroviaria, tanto che il sindaco Luca Lunardini ha scritto alla direzione generale toscana di Trenitalia per sollecitare una ricognizione al fine di porre un definitivo rimedio ai problemi di cui tale infrastruttura soffre da anni. Ma ieri mattina in tanti hanno dovuto rimboccarsi le maniche. A partire dalla Conad di via Cesare Battisti, rimasta chiusa a causa dei registratori di cassa rimasti sott’acqua. A Pietrasanta, invece, è andata anche peggio. Con squadre di pompieri e carabinieri a risolvere una situazione di allagamento alla Casa di Riposo della Croce Verde, anche se la situazione più critica si è registrata nel centro storico di Pietrasanta dove il crollo di parte del muro di cinta di piazza Statuto, lato mura, ha provocato la fuoriuscita di detriti, acqua e fango che hanno raggiunto le vie dei Piastroni, via del Marzocco, via di Mezzo e via Stagio Stagi, provocando l’allagamento di alcuni ingressi di abitazione, scantinati, laboratori e negozi. Le squadre dei soccorsi hanno lavorato tutta la notte e tutta la mattina per liberare il manto stradale dai grossi massi, e lavare tutta la strada che costeggia piazza Statuto e la via di Mezzo. Nel pomeriggio sono poi state ripulite dai detriti le vie del centro, con l’aiuto di cittadini e commercianti che si sono attivati per il ripristino di una situazione di normalità. Risolti, in giornata, anche gli allagamenti dei refettori delle scuole Elementari di del Pollino e di Valdicastello. La Giunta Municipale ha esaminato con gli uffici tecnici la situazione e ha deciso l’emissione di alcune ordinanze ai proprietari dei terreni contigui al muro crollato, per la messa in sicurezza e per i primi interventi di ripristino idro-geologico e a breve sarà interessata anche la Soprintendenza. La Giunta Lombardi ha inoltre attivato le procedure per richiedere l’inserimento del Comune di Pietrasanta tra quelli colpiti dall’evento calamitoso che ha interessato tutta la Toscana del Nord e la Liguria. In via San Francesco è tracimata una fossetta, trascinando detriti e fango tra Stipino e l’incrocio. Stessa cosa in via dei Salesiani, oltre a uno smottamento nella via di Vallecchia ha impegnato i soccorsi tutta la notte. In via di ripristino alcune situazioni a Strettoia, Solaio, Capriglia, Valdicastello. A fronte dell’enorme quantità di pioggia la rete ha comunque tenuto, anche grazie agli interventi del Consorzio di Bonifica. Nessuna famiglia è stata evacuata. Anche il sistema fognario di Forte dei Marmi ha reagito bene alla violenta onda d’urto del diluvio. Le situazioni più critiche nel centro cittadino e in alcuni tratti delle vie Francesco Carrara ed Emilia, dove l’acqua che non riusciva a defluire ha creato dei temporanei allagamenti, successivamente rientrati non appena le piogge sono cessate. Il sindaco Umberto Buratti e l’assessore ai lavori pubblici Emanuele Tommasi, insieme ad una squadra di pronto intervento, coordinata con la Protezione civile sono intervenuti in diversi punti del territorio rispondendo alle chiamate di cittadini in difficoltà fino a notte fonda. comunali, pronti ad intervenire in qualsiasi momento. “E’ il caso di precisare – ha dichiarato l’assessore Tommasi – che nei prossimi giorni partiranno nel centro cittadino i lavori di rifacimento della fognatura bianca in diverse strade, che saranno in grado di scongiurare per il futuro, situazioni di criticità come queste. L’opera avrà un costo complessivo di 100mila euro”.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on ottobre 27, 2011 at 8:00 am  Lascia un commento  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/10/27/una-notte-dinferno-il-maltempo-flagella-la-versilia/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: