FOTO HARD ON LINE, ASSOLTO L’EX

Assolto: per non aver commesso il fatto, relativamente alla diffamazione aggravata attraverso internet e la violazione della privacy, e perchè il fatto non sussiste relativamente alla interferenza illecita della vita privata. Si è concluso ieri mattina al tribunale di Viareggio con un sentenza di assoluzione con formula piena il processo a R.M., il giovane lucchese che era stato accusato dalla ex fidanzata di aver messo in rete foto porno. Alle precedenti udienze erano stati sentiti sia la parte offesa che i carabinieri del Nucleo Investigativo di Viareggio, dove la ragazza si era rivolta per presentare una denuncia contro ignoti. I due avevano avuto una storia, a cavallo tra la fine del 2003 e l’inizio del 2004, poi si erano lasciati. Durante la breve relazione, e mentre facevano sesso in macchina, erano stati scattati alcuni click, con una digitale, anche con l’autoscatto. A distanza di mesi dalla fine della relazione, per la ragazza era poi cominciato l’incubo: prima una serie di telefonate anonime, poi anche e-mail con foto di particolari intimi, di decine e decine di uomini da tutto lo stivale, isole incluse, che le chiedevano di fare sesso. Poi la tragica scoperta, grazie ad alcuni amici: su internet, scaricate con Emule, giravano da tempo alcune sue foto in atteggiamenti inequivocabili, accompagnati da nome, cognome, indirizzo, telefono e e-mail. Una foto, poi, era stata addirittura stampata e affissa ai cancelli dell’azienda dove lavorava il nuovo fidanzato. Foto “senza veli”, con immagini di sesso sfrenato, che sarebbero dovute rimanere un segreto, una cosa intima tra i due che se le erano scattate, erano invece finite in pasto al mondo e tra gli appassionati di internet in migliaia le hanno potuto vedere, digitando una parola chiave, che i militari dell’Arma dopo le indagini, avevano scoperto essere “porcelli gemelli”. Come spesso accade la ragazza l’aveva saputo per ultima – “”ci sono alcune tue foto osè on line”- e sotto chok era andata dai Carabinieri. E’ stata la difesa di R.M, affidata alla giovane avvocatessa Antonietta Montano dello studio Miracolo, a ribaltare la vicenda. “Forti anche della perizia del consulente tecnico di parte – ha spiegato il legale –, e di lacune emerse durante le indagini preliminari, abbiamo dimostrato che le foto porno erano sui pc sia del ragazzo che della ex fidanzata”. Ma soprattutto mancava la “prova provata” di chi, e quando, le avesse messe on line.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia) 

Published in: on ottobre 28, 2011 at 8:30 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://laetitiatassinari.wordpress.com/2011/10/28/foto-hard-on-line-assolto-lex/trackback/

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: