AL VIA LA FESTA… ROSSA DI LIBERAZIONE TRA DIBATTITI, CONCERTI E CUCINE PRELIBATE

E le bandiere rosse…tornano a sventolare a Viareggio. Non più sotto l’ombra della Torre Matilde ma nella pineta adiacente allo Stadio dei Pini, in Darsena. Ieri lavori ancora in corso…ma domani inizia la “dieci giorni” della Festa di Liberazione, con dibattiti, concerti, libreria, cinema, bar e ristorante. “Un importante momento di aggregazione – come ha precisato Ruggero Simonelli, responsabile dei Giovani Comunisti -, che nonostante la crisi quest’anno abbiamo potuto organizzare grazie alle nostre forze, e soprattutto ai tanti “volti” nuovi che si sono aggiunti nel nostro partito”. Giovani studenti, sia liceali che universitari, che anche durante lo scorso inverno si sono fatti, è il caso di dirlo, un “mazzo tanto” nelle politiche sociali: dal Gap, dove si vendono, senza nessun ricarico e guadagno, prodotti alimentari di qualità e a basso costo, alla scuola popolare, per aiutare una cinquantina di bambini e adolescenti, le cui famiglie non si possono permettere di mandare i propri figli a ripetizione. a fare i compiti. Ragazzi che nella campagna referendaria per l’acqua pubblica e il no al nucleare hanno fatto quello che farebbe un venditore porta a porta, parlando con i cittadini, giovani che la politica la fanno dal basso, partendo da sinistra si intende, e che in occasione della “festa rossa” si daranno un gran da fare. E tutti gli introiti della Festa di Liberazione, che inizierà domani sera per finire il 21 agosto, andranno a finanziare, tolte le spese, le loro attività di partito sociale. Partendo dalla prima serata, che sarà dedicata al ricordo dell’eccidio nazifascista di Sant’Anna di Stazzema, con ospite Giovanni Cipollini dell’Anpi di Seravezza, i temi dei vari dibattiti seguiranno un preciso fil rouge: si parlerà della Viareggio del 1920, le sue tre giornate rosse, per arrivare all’Alta Velocità, con ospite Daniela Rombi del “Mondo che Vorrei”, passando dalle rivoluzioni arabe alla rivolte europee contro la crisi. E come tradizione culinaria impone, ormai da sempre, chi andrà alla Festa di Liberazione potrà gustare i noti piatti di pesce. I comunisti mangiano i bambini? Falso. Dai comunisti si mangerà dal cacciucco alla viareggina agli spaghetti coi coltellacci. Ma per gli amanti della “ciccia” non mancheranno i tordelli al ragù e le grigliate di carne. “I prezzi – e non c’era bisogno di specificarlo – sono popolari”. Politica, cultura – Elena Torre presenterà il suo ultimo libro, E3 -, musica live e buon cibo: un’occasione anche di dialogo, e per sabato è prevista la presenza anche di Francesco Piobbichi, del Partito Sociale del Prc.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Annunci
Published in: on agosto 11, 2011 at 7:30 am  Lascia un commento  
Tags: ,

LADY DELIRIA E’ LA REGINA DELLE DRAG

E’ Lady Deliria, all’anagrafe Daniele Gragnato, 21 anni, di Verona la nuova Miss Drag Queen Italia 2011, il concorso nazionale di bellezza “en travestì” che si è svolto a Torre del Lago presso il locale Mamamia domenica sera. Già Miss Drag Friuli Venezia Giulia, Daniele ha conquistato la fascia grazie ad un numero in cui ha interpretato una padrona di casa invidiata dalla sua schiera di camerieri. “Ho cercato di mettere un po’ tutti gli ingredienti di quello che forma una drag queen: mimica, ballo, comicità, bravura, bellezza – ha detto Daniele -, impersono Lady Deliria da 4 anni quando durante una festa di compleanno gli amici mi hanno chiesto di esibirmi in un numero cantato e ballato”. Oggi Lady Deliria è la padrona di casa dei locali gay di Verona. Daniele ha avuto il supporto di tutta la famiglia: “Mia nonnna ha finito di cucire il vestito appena il giorno prima. Mia mamma invece mi ha dato i consigli migliori. Alle 20 mi è arrivato un suo sms ‘Bimbo mio metticela tutta col tuo grande carisma. Ti voglio tanto bene’. Credo di aver vinto per la carica che mi ha dato quel messaggio”. Il concorso di Miss Drag Queen Italia è giunto quest’anno alla sua quarta edizione. Hanno partecipato 18 rappresentanti provenienti da tutte le regioni italiane. A condurre la serata, come ogni anno è stata la drag queen che ha inventato la kermesse, Regina Miami, già padrona di casa del Mamamia di Torre del Lago.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 2, 2011 at 8:15 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

A TAVOLA… SULLA SPIAGGIA

A tavola sulla spiaggia, per riscoprire le tradizioni”: ci siamo quasi al via della 19ma edizione. D’Avenza Award, vini pregiati in magnum, una scultura in marmo dell’artista Patrizia Di Poce per Forte Magazine, un dipinto di Joy Caros, week-end culturali negli alberghi della catena Una Hotels, una Ferrari California e una Maserati GTS a disposizione per un fine settimana, gli argenti di Cassetti, gli orologi Locman sono soltanto alcuni dei premi della nota kermesse sulle “spiagge nobili” di Forte dei Marmi ideata da Gianni Mercatali dopo un’esperienza di dieci anni insieme a Ugo Tognazzi con la simpatica manifestazione ‘L’uomo in cucina”: “Conobbi Tognazzi a Firenze – ricorda Mercatali – quando stava girando il primo “Amici Miei”. In quel periodo avevo un locale in via Pandolfini, assieme a Gino Paoli, e Ugo veniva a cucinare da noi”. Sfide in cucina, tra Gino Paolo e il suo pesto alla genovese e Ugo Tognazzi con la sua “P4” “penne alla panna e polpa di pesce”. Gianni Mercatali va al mare al Forte da ormai 57 anni, e “A tavola sulla spiaggia”, che quest’anno sarà presentata da Fabrizio Diolaiuti e si svolgerà il 25 agosto al Bagno Roma di Levante mentre la premiazione avrà luogo il giorno seguente nella storica Capannina di patron Gherardo Guidi, è il suo modo di far vivere la tradizione della “sfida all’ultimo mestolo”, nella quale negli anni si sono avvicendati ai fornelli personaggi dello showbiz, nobili e gente comune, accomunati tutti dalla passione per la cucina: negli anni d’oro della Versilia, quando non c’erano vacanzieri, ma villeggianti, gli stabilimenti balneari non erano forniti di ristoranti, e il pranzo lo si portava da casa, per gustarlo dopo il bagno di mezzogiorno sotto la tenda, o l’ombrellone. Ma cosa caratterizzerà questo edizione di cucina in spiaggia 2011, poco più che maggiorenne? “Come sempre semplicità e valorizzazione dei prodotti locali, ‘colti sul posto’, come si dice, a ‘chilometro zero’ – risponde Mercatali -, scopo del concorso è infatti quello di promuovere i migliori “giacimenti gastronomici” della nostra penisola, e non solo, insieme ai suoi vini”. E proprio i vini saranno i protagonisti insieme al loro terroir. A giudicare i 12 concorrenti, tra cui Enrico Caruso, il più giovane, 19 anni tanti quanto il concorso, pronipote di quarta generazione del famoso grande tenore omonimo, che presenterà il suo piatto “Uova in parrucca”, Beppe Bigazzi, ristoratori stellati, per un totale di 7 stelle Michelin, produttori di vino, stampa qualificata. Qualche altra anticipazione tra i “piatti” che si contenderanno il titolo? “ Si va dalla pasta fredda alle verdure dell’orto al polpettone con cuore di formaggio, dalla panzanella di mare alla viareggina al vitello estivo”. I concorrenti saranno comunque 12, ognuno con tre antipasti, tre primi, tre secondi e tre dolci. Non ci resta che aspettare, quindi…con l’acquolina in bocca!

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on luglio 30, 2011 at 9:00 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

NOTTE BIANCA IN PINETA

Le luci ci sono, ma il problema della sicurezza non è affatto passato. Basta andare a dare un’occhiata la sera nella pineta di ponente. E’ vero, lungo il viale Capponi ci sono le luci (come quelle di un Luna Park o degli addobbi natalizi). Ci sono le illuminazioni delle giostrine e degli stand dei noleggi delle biciclette. Ma tutto intorno è il deserto, e pure buio. E addentrarsi mette una certa soggezione. Tanto che chi lavora nei chioschi lo sconsiglia. “Io non ci andrei – ripetono -, è pericoloso”. Così si può dire che la soluzione è solo a metà. E adesso si pensa ad una iniziativa per sensibilizzare sul tema: una notte bianca in pineta di ponente il prossimo 9 agosto. L’idea fu lanciata già nel mese di marzo dal Pd di Viareggio, all’indomani della “visita” notturna nel parco cittadino dei consiglieri comunali Andrea Palestini e Chiara Romanini, per toccare con mano la situazione di illegalità. Far vivere la pineta per una intera serata, e fino a notte fonda, servirà per puntare l’attenzione su un luogo meraviglioso, il polmone verde cittadino, purtroppo abbandonato e preda, oggi, del degrado e di poca sicurezza. “La Confesercenti ha raccolto il guanto di sfida – hanno affermato ieri mattina durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento gli organizzatori Chiara Romanini, Leonardo Betti, Gemma Borin e Matteo Martini -, e noi del Partito Democratico siamo lieti di dare una mano”. E notte bianca sia, dalle 18 in poi del 9 agosto: con la pineta illuminata a giorno da tre fari della Protezione Civile, con mercatini, musica, balli, spettacoli, concerti, tornei ed esibizioni sportive. Un programma fitto di attrazioni, dove sono state coinvolte numerose associazioni: il Centro Giovani Calciatori si esibirà alla pista di pattinaggio del Pino sul Tetto, e verranno vendute magliette autografate dei giocatori oltre ad una serie di gadgets, all’Auser ci saranno le scuole di danza di Viareggio, mentre al Lago dei Cigni su svolgerà in concorso tra band emergenti ( il vincitore, eletto da una giuria popolare, potrà suonar alla festa regionale del Pd che si terrà a Firenze ). E poi molto altro ancora, inclusa la mostra canina. Tutti le attività offriranno poi qualcosa di suo: bici a noleggio gratis, per percorrere in lungo e largo la pineta, sconti per mangiare, e ogni chiosco cucinerà un menù particolare. Almeno per quella notte la microcriminalità e lo spaccio di sostanze stupefacenti non saranno “proprietari” della pineta di ponente. “Che la pineta viva”, questo il motto del progetto pilota: “i viareggini, e i turisti, ‘sfrattati’ dalla illegalità – come ha precisato Leonardo Betti – devono riappropriarsi dei propri spazi” Ma cosa fare perchè tutti i giorni siano come quelli della notte bianca? “Occorrono maggiori controlli”, questa la ricetta. E se la serata sarà un successo, come si immagina, si bisserà, ed è già in cantiere una seconda notte bianca, questa volta in pieno centro, al Piazzone.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

UNA NOTTE ALL’INSEGNA DELLA NOBILTA’ E DELL’IMPRENDITORIA FEMMINILE

One night”di nobilità e imprenditoria al femminile, in mostra il 21 luglio nella Piccola Atene. Il grande happening, organizzato da Marco Galeotti, fautore degli eventi più trendy del Forte e non solo…è al ristorante San Martino dove, dalle 19, la serata delle serate inizierà con una degustazione dei buonissimi vini bianchi e rosè della tenuta del Buonamico di Montecarlo di Lucca e   terminerà a notte fonda. “ Saranno presenti molti esponenti delle grande famiglie nobili ed industriali del Forte – annuncia Galeotti – oltre a campioni dello sport, artisti e jet setter internazionali che  ormai da molto tempo amano e frequentano la Versilia”. Insomma ci sarà tutta la Versilia che conta…La contessa Isabella Del Bono, per la prima volta a Pietrasanta, presenterà la sua collezione di monili araldici in ferro diventati in breve tempo bespoke e molto richiesti. Si tratta di anelli, gemelli , bracciali , tutto forgiato dal ferro, metallo difficile da lavorare, a volte incisi sapientemente  con dettagli in oro e inserti di brillanti, pietre o perle. Il ferro è severo, medioevale, durevole,  perfetto  per esprimere il concetto di heritage per quanto riguarda i monili araldici, ..ma anche si propone come una vera novità nell’ ambito dei gioielli, che ora non sono solo chiamati gioielli solo per un discorso di valore di pietre  ma per il particolare materiale e  la fattura squisita e unicità che li contraddistingue. Ma all’evento sarà presente anche la marchesa Eleonora De Frescobaldi, con le sue foto che scatta ed elabora al computer: una passione diventata per gioco un piccolo lavoro, che s’intrinseca piacevolmente con i suoi altri  grandi progetti, la famiglia e “Corrilavita”, la gara benefica  che si corre a settembre a Firenze. “Nei ritratti cerco di cogliere “l’attimo” – da qui il nome della sua collezione -, di uno sguardo e di una posizione del volto o del corpo per poi trasformarli in tela vibrante nei colori..”. E tra monili e ritratti durante la serata si potrà ammirare anche la collezione  “tre40shawls” di Bubi e Mariella di scialli e sciarpe: dalla loro passione per la magica india nasce la collezione di scialli in cashmere ricamati, pezzi unici, edizioni limitate e produzioni ad hoc direttamente dal Kashimir.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on luglio 19, 2011 at 8:50 am  Lascia un commento  
Tags: ,

UN GIALLO INTERNAZIONALE AMBIENTATO IN CITTA’: AL LIBRO DI ELENA TORRE HA COLLABORATO ANCHE LA GIORNALISTA DEL NUOVO CORRIERE LETIZIA TASSINARI

E3”, l’ultimo romanzo della trilogia dedicata alla avventure dell’insolita coppia di investigatori, il commissario Biagini e il collega dell’Arma Puccinelli, i personaggi creati da Elena Torre e Anna Marani, è stato presentato ieri, alla presenza di Romano Editore, di Firenze. Dopo “Erode e la psicopatia dell’allenamento” e “L’eroe” le due scrittrici, sempre partendo dalla Versilia, hanno dato vita a pagine divertenti, ma sempre piene di suspence. Come in un giallo che si rispetti, e questo volta lo scenario, una sorta di sindrome di follia collettiva con strani casi scoppiati a Viareggio, Roma Medjugorie, Salisburgo e Lugano, porta i due investigatori, dopo aver incastrato uno dopo l’altro i vari pezzi del puzzle, a risolvere un giallo internazionale. In giro per l’Europa si stanno infatti verificando numerosi episodi di violenza, le cui vittime hanno tutte un comune denominatore: sono iscritte all’Associazione Sportiva Lola e tutti hanno nel sangue tracce di E3, misterioso composto a base di anfetamine, non solo dopante ma potenzialmente letale. “Lo spettro dello scandalo raggela la caserma dei Carabinieri di Viareggio – afferma Elena Torre anticipando la trama -, quando il tenente Renardi viene informato che l’appuntato Cortese è stato arrestato a Roma, reo di inspiegabili aggressioni. Ed è da qui che il commissario Biagini inizia la sua indagine, contornata di mille colpi di scena, con l’ormai collega e amico carabiniere Puccinelli”. E se nel libro precendente, “L’eroe”, la giornalista del Nuovo Corriere di Lucca e Versilia Letizia Tassinari era stata solo citata, questa volta Elena Torre l’ha voluta coinvolgere in pieno: sono infatti a firma sua le quattro pagine del libro che raccolgono l’articolo di cronaca nera, una volta risolto l’intricato giallo.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on giugno 25, 2011 at 8:00 am  Lascia un commento  
Tags:

CANAVESIO: “NON USIAMO L’OMOFOBIA COME SCUSANTE PER NON RISPETTARE LE REGOLE”

Chi più di Andrea Canevesio, dal 2004 al 2008 direttore del Mardi Gras, conosce la realtà di marina di Torre del Lago? In pratica l’ha quasi vista nascere: “Credo di conoscerla molto bene – risponde-, con tutti i suoi problemi. Ho visto quel posto crescere da quando c’erano molti locali improvvisati fino ai nuovi locali alla moda e ai fasti del Mardi Gras, con grandi artisti e tanta tanta gente tranquilla e festante”. Quel luogo, e quel festival, Canavesio lo ha sempre sentito come un figlio da crescere e il suo successo maggiore fu nel 2004 e nel 2005 con 100mila presenze e artisti del calibro di Gloria Gaynor e i Village People, ma allora non c’è mai stato nessun atto vandalico e nessuna rissa. “Tranne una sera – ricorda – con quattro ragazzotti di Forza Nuova che provarono a fare i gradassi ma ripresero velocemente la strada di casa senza bisogno di nessun atto di forza”. Era insomma il vero paradiso del sano divertimento invidiato da tutta Italia. Dei problemi attuali, traffico, caos, abusivismo commerciale, spaccio di droga, prostituzione, legalità, ordine pubblico – di recente è stato fatto anche un esposto a firma di Assointrattenimento – cosa ne pensa? “Credo che forse i problemi di oggi hanno radici lontane, forse si è lasciato per molto tempo andare le cose senza far giusti interventi. Oggi, purtroppo, a quanto leggo il campo è invaso da chi non ha regole e da chi cerca nello sballo incontrollato e nella violenza gratuita l’adrenalina per passare una notte”. “Sballo sano” e “sballo violento” sono diversi e forse bisognerebbe chiedersi come mai è arrivato questo tipo di popolo della notte e perché nessuno è mai intervenuto in maniera drastica a fermarlo quando ancora forse era possibile. “Non voglio criticare le scelte fatte negli ultimi anni – precisa Canavesio – ma sono molto dispiaciuto che questi luoghi, che sento in qualche maniera anche miei, si stiano autodistruggendo, ma credo che con la buona volontà da parte di tutti possa ancora essere riportata quell’atmosfera che c’era anni fa”. La terrazza, le denunce, le multe. E’ di ieri la notizia dell’ordinanza per la quale entro fine settimana verranno apposti dalla Polizia Municipale i sigilli: “Bell’argomento, quello della terrazza è un problema atavico, credo che la  prima denuncia risalga al 2004, forse 2005, sono stato anche testimone di un processo che mai si è tenuto, era continuamente rimandato, e ora credo sia stato prescritto”. L’omofobia? “E’una cosa seria e non può essere assunta sempre a scusante per il non rispetto delle regole, per i controlli, per far come si vuole perché siamo gay. E qui mi sento di criticare gli operatori turistici di Torre del Lago: io sono gay, ne sono fiero e non l’ho mai nascosto nemmeno nel lontano 1972, e non erano tempi proprio facili, ma non mi sono mai sentito in dovere di mettere in piazza le mie scelte sessuali se qualcuno mi chiedeva di rispettare le regole. Per cui liberi tutti di discutere ordinanze varie e regolamenti comunali ma per favore non parliamo di omofobia”.

(Letizia Tassinari – Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

 

IL FRIENDLY VERSILIA ALL’EUROPRIDE CON UN CARRO, ALESSIO DE GIORGI NOMINATO AMBASCIATORE DELL’INTERNATIONAL GAY AND LESBIAN TRAVEL ASSOCIATION

Partiranno domattina da Torre del Lago Puccini i due autobus organizzati dal Consorzio Friendly Versilia per portare una piccola parte dei tanti clienti Lgbt, lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, della Marina di Torre del Lago che parteciperanno alla parata dell’Europride a Roma, dove sono attesi due milioni di partecipanti e dove è prevista la partecipazione a sorpresa della popstar più gettonata del momento, Lady Gaga, che si esibirà gratuitamente. A rappresentare Friendly Versilia nel corteo, ci penserà un autoarticolato viareggino con ballerini, drag queen e transessuali della Marina di Torre del Lago: in prima fila i tre protagonisti artistici della nightlife torrelaghese, ovvero Regina Miami per il Mamamia, Angel Devid per lo Stupida e Regina Satariano per il Priscilla, nonchè presidente del Consorzio. Sul carro, l’enorme maiale rosa già visto nella manifestazione viareggina dell’ottobre scorso con una maglietta realizzata per l’occasione e la scritta “Italia, Bunga Bunga si, diritti Lgbt no”, a simboleggiare le contraddizioni di un paese che accetta la dubbia moralità di un Presidente del Consiglio invischiato più volte in sexual affairs anche con minorenni, e non concede diritti alle persone lgbt, arrivando a bocciare due volte una legge contro l’omofobia che rappresenta oggi il “minimo sindacale”, essendo già vigente nella gran parte dei paesi europei, compresi quelli dell’Est. “E’ con grande orgoglio che partecipiamo all’Europride di Roma – annuncia Regina Satariano, Presidente del Consorzio – perchè questo paese ha un dannato bisogno di leggi che sconfiggano l’omofobia, che riconoscano le nostre coppie e che diano diritti ai bambini che crescono nelle nostre famiglie. Il 5% della popolazione è gay, lesbica, bisessuale o transessuale e paga regolarmente le tasse: è sempre più necessario che in Parlamento si prenda atto di questo”. Dal carro, gli staff dei locali distribuiranno guide della Versilia gay e promuoveranno la Lesweek 2011, la settimana internazionale dedicata alle donne che si svolgerà dal 17 al 24 luglio. Un’altra notizia arriva poi a margine dell’Europride e coinvolge direttamente Viareggio e tutta la Versilia. Stamattina a Roma, nel corso di una conferenza stampa, sarà annunciata la nomina ad ambasciatore dell’Iglta in Italia di Alessio De Giorgi. l’Iglta, acronimo di International Gay and Lesbian Travel Association, è il principale player mondiale nel settore del turismo lgbt.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on giugno 10, 2011 at 7:00 am  Lascia un commento  
Tags: , , , ,

RISORGE IL SANTA MONICA

Viareggio si rinnova…ripescando nel passato: ritorna il Santa Monica. Ovviamente in versione terzo millennio. Nel porto di Viareggio, a poche decine di metri da dove fino a metà degli anni ottanta ormeggiava il mitico galeone meta di notti indimenticabili, tra poche settimane ci sarà il nuovo approdo del Santa Monica II, imbarcazione attualmente in fase finale di costruzione presso i cantieri San Marco, nella zona industriale del Cotone, e prossima ad essere trasferita per l’allestimento finale ed il varo. “Il Santa Monica II non vuole essere una copia del mitico predecessore, le attuali norme sulla costruzione di ambienti pubblici ci hanno infatti molto limitato nella fase di progettazione – dicono i tre giovani imprenditori Sabatini, Mariani e Bonfanti ideatori del progetto e titolari del nuovo locale galleggiante – ma vuole essere il moderno che avanza senza perdere di vista le tradizioni”. Il Porto di Viareggio rappresenta un area di importanza vitale per la città e i tre imprenditori ringraziano l’intera Amministrazione che ha da subito approvato e spinto per la realizzazione del progetto e della nuova imbarcazione. Su tre livelli il “barcone” ospiterà il “Maxidò”, Champagnerie – Caffetterie, e sulla meravigliosa terrazza sul ponte superiore ci sarà il Piano Bar con vista sulla città e sul litorale, con alle spalle le meravigliose Alpi Apuane. Uno scenario suggestivo, insomma, dove si potranno sorseggiare i migliori champagne, e le migliori miscele di caffè, accompagnati dalle note davanti a un tramonto o sotto le stelle. Un locale glamour, la cui direzione artistica sarà affidata ad un barman storico della Versilia – top secret per ora sul suo nome -, capace di ospitare fino a cento persone sui due ponti di circa 140 metri quadrati, dove oltre agli aperitivi e al dopo cena, saranno possibili anche colazioni e degustazioni all’ora di pranzo. Un tuffo nel passato, quindi, per far rivivere le emozioni nel presente. Una novità questa che entusiasmerà sia i giovani che gli over… Ed è proprio il caso di dirlo: finalmente.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on maggio 26, 2011 at 10:30 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,

ATTORI IN ERBA IN SCENA AL TEATRO MANZONI

Attori in erba alla ribalta al teatro Manzoni di Massarosa: domani e venerdi gli alunni della scuola primaria di Piano di Mommio andranno in scena con “Alice nel paese delle meraviglie” e “Sogno di una notte di mezza estate”. I due spettacoli altro non sono che la verifica finale dei laboratori di drammatizzazione, pittura e danza che hanno coinvolto tutti i piccoli studenti e i loro insegnanti durante il corrente anno scolastico. “E’ stato grazie al prezioso ausilio di alcuni genitori – ha precisato la maestra Federica Ricci – se sono stati realizzati sia i costumi che gli allestimenti scenografici in entrambe le opere teatrali”. Il sogno di Alice è una meravigliosa fantasia che condurrà gli spettatori in un  mondo sotterraneo fatto di paradossi, di non sensi e di follia che trovano la soluzione nel ritorno alla realtà, alla vita vera. Nell’opera di Shakespeare invece ci ritroviamo nel bosco, da sempre rappresentazione onirica del mistero, luogo popolato da sogni e incubi, da fate ed elfi, in cui reale ed irreale si fondono. “Attraverso i nostri piccoli attori – ha aggiunto l’insegnante – abbiamo cercato di interpretare al meglio l’intento di entrambe le opere teatrali”. Quindi tutti a teatro ad applaudire questi nuove promesse della scena. Le sorprese non mancheranno.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on maggio 24, 2011 at 9:00 am  Lascia un commento  
Tags: ,