FA INCIDENTE CON L’AUTO, MA HA SOLO 6 ANNI: LA MAMMA DENUNCIATA PER ABBANDONO DI MINORE

Schumacker in erba, forse da grande farà il pilota di Formula Uno, ma ieri nel tardo pomeriggio solo per un miracolo non si è fatto nulla. Il bimbo, di Pietrasanta e di soli sei anni, residente con la madre, soprannominato Pierino (la peste) dagli agenti della polizia municipale intervenuti sul posto, mentre la donna, sola in casa, riposava, ha preso le chiavi incustodite della Opel Astra intestata al compagno della madre (al momento assente), ha aperto la portiera del veicolo parcheggiato in strada, è salito al posto di guida, regolando persino il sedile in modo da arrivare comodamente ai pedali, ha inserito la chiave nel cruscotto, ha acceso il motore, ha inserito la prima marcia e ha partito diritto, a tutto gas. Circa 50 metri da pilota provetto, poi però ha abbattuto un segnale stradale, oltrepassato un incrocio miracolosamente senza cozzare con altri veicoli in transito, e si è abbattuto frontalmente con la parte laterale sinistra di un autocarro parcheggiato sul lato opposto della carreggiata. Fortunatamente illeso, il “Pierino” è sceso dall’auto ridendo per la “bravata” (come hanno riferito alcuni testimoni usciti subito in strada dopo aver sentito il rumore delle lamiere), ed è scappato in casa. La madre, sotto choc per l’accaduto, non ha saputo dare spiegazioni agli agenti della municipale che, dagli accertamenti eseguiti, hanno potuto rilevare anche la mancata copertura assicurativa del mezzo che è stato quindi subito sequestrato, ed è scattata anche la sanzione di 779 euro, contestando alla madre la guida senza patente del minore. La donna però è anche stata denunciata per il reato di abbandono di minore e ora rischia una pena fino a 5 anni di reclusione.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

INCIDENTE IN MOTO, CENTAURO IN PROGNOSI RISERVATA. LA PASSEGGERA INVECE OPERATA D’URGENZA

Brutto incidente ieri mattina intorno alle 11 a Marina di Pietrasanta, sul viale Roma di fronte al distributore IP, nel tratto di strada compreso tra Tonfano e Fiumetto, con due feriti gravi. Una Toyota Yaris condotta da L.F., un 38enne residente a Viareggio, stava percorrendo il viale Roma con direzione nord, verso Massa, quando giunto in prossimità del distributore ha svoltato a sinistra, per immettersi nel parcheggio del benzinaio, senza dare la dovuta precedenza al motociclo Magestic Yamaha che percorreva il viale Roma in direzione di marcia opposta. Inevitabile l’impatto, e il centauro, F.A., un 40enne fiorentino, e la passeggera, C.C., una 38enne di Ponsacco, sono entrambi rovinati a terra. Immediati i soccorsi, con due mezzi del 118 e l’automedica che li hanno trasportati a sirene spiegate al Pronto Soccorso dell’Ospedale Unico “Versilia”. La donna è stata operata urgentemente, e le è stata asportata la milza, e entrambi sono stati ricoverati in prognosi riservata. Sono stati gli agenti della Polizia Municipale di Pietrasanta diretta dal comandante Daniele De Sanctis ad effettuare i rilevi del sinistro, ritirando la patente al conducente della Yaris e decurtandogli 11 punti, oltre alla multa di 350 euro. Al motociclista invece, viste le tracce di pneumatico lasciate sull’asfalto per oltre 15 metri a seguito della frenata, è stata contestata la velocità pericolosa.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on settembre 22, 2011 at 9:15 am  Lascia un commento  
Tags: ,

MEZZA VERSILIA AL SETACCIO, CONTROLLATO PURE UN MINISTRO

Sono stati 236 i veicoli fermati, e controllati, sabato notte durante un’operazione congiunta dei comandi di Polizia Municipale di Viareggio, Camaiore e Pietrasanta. E le violazioni riscontrate solo 29. I dati, con un bilancio positivo, pari al 10%, sono stati resi noti durante una conferenza stampa nell’ufficio del comandante Vincenzo Strippoli, alla quale hanno partecipato anche il comandante di Camaiore, Carlo Palmerini, il suo vice Claudio Barsuglia, e per Pietrasanta, in sostizione del comandante Daniele De Sanctis, l’ispettore Giovanni Iacobucci. Il servizio congiunto, con personale misto, 12 agenti di tutti e tre i comandi, e sette ufficiali, si è svolto dalle 22 alle 23.30 a Lido di Camaiore, dove sono stati controllati 69 mezzi, di cui solo 9 sanzionati, tutti per guida senza cinture. Alla sanzione di 76 euro si è aggiunta la perdita di 5 punti sulla patente. A Viareggio, invece, i posti di blocco sono stati effettuati da mezzanotte fino alle 1.30, al Palazzetto dello Sport, alla Stazione Vecchia e sulla via Comparini e su 84 macchine, e moto, fermate ben 13 conducenti sono stati multati: 12 per le cinture di sicurezza e solo 1 per guida in stato di ebbrezza, trovato al volante con un tasso dello 0,72%. La notte tra sabato e domenica si è poi conclusa con i controlli sul lungomare di Marina di Pietrasanta, in prossimità dei locali notturni e su 83 fermati ben 7 sono stati sanzionati, di cui 2 per guida sotto gli effetti dell’alcol. Tra i fermati per ai posti di blocco anche automobilisti ai quali è stata contestata la velocità pericolosa e molti recidivi per il mancato uso delle cinture. Mentre al controllo è risultato ok il ministro Fazio, in vacanza in Versilia. “Il protocollo siglato tra i comandi di Polizia Municipale prevede che i servizi congiunti proseguano fino al 31 dicembre prossimo – ha precisato il comandante dei Vigili Urbani viareggini – , ma non escludiamo che si possa proseguire anche con l’anno nuovo”. Controlli che non riguardano solo la circolazione e la polizia stradale, ma a tutto campo: dal demanio ai mercati.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

FALSI INVALIDI SCOPERTI IN CENTRO DAI VIGILI URBANI

Dall’inizio dell’anno la Polizia Municipale di Pietrasanta ha accertato in centro storico 5 casi di uso abusivo di contrassegno invalidi da parte di persone non legittimate. In 4 dei 5 casi è stato rilevato che il disabile titolare del contrassegno era già defunto e un familiare continuava  abusivamente uso del relativo contrassegno entrando ed uscendo liberamente dalla ZTL e nelle aree pedonali, o parcheggiando negli appositi parcheggi riservati. In un caso, invece, è stata accertata l’assenza del titolare residente in Sicilia, mentre a far uso del contrassegno senza averne il titolo era il genero in vacanza con la famiglia a Pietrasanta. In questi casi il Codice della strada prevede solo una sanzione amministrativa di 311 euro oltre alla rimozione del veicolo.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on settembre 1, 2011 at 8:00 am  Lascia un commento  
Tags:

RISCHIA DI PERDERE LA GAMBA DOPO LO SCHIANTO

Non è in pericolo di vita, ma rischia l’amputazione di una gamba, la sinistra, G.F., un giovane di Camaiore di 29 anni, vittima, ieri mattina intorno alle 7, di un incidente avvenuto sulla via Sarzanese contro una Smart, di proprietà di una pratese, D.B. di 36 anni, e condotta da un 37enne palermitano, A.P. le iniziali, residente anche lui a Prato, rimasto illeso. L’uomo alla guida della Smart, una guardia giurata che da Pietrasanta, dove era ospite di amici, stava recandosi a lavorare a Prato, e mentre percorreva la Sarzanese in direzione di Camaiore, arrivato alla intersezione con via Cannoreto, in località Baccatoio, si è scontrato, con un impatto frontale avvenuto al centro della carreggiata, con il centauro a bordo di un Aprilia. Il motociclo è stato sbalzato a circa 40 metri, per la botta. Immediato l’intervento di un’ambulanza del 118, che ha portato il giovane al Pronto Soccorso dell’Ospedale Unico “Versilia” in codice rosso. I medici, dopo averlo visitato, viste le ferite gravissime, pur non essendo in pericolo di vita, lo hanno ricoverato in prognosi riservata. I rilievi del sinistro sono stati effettuati dagli agenti della Polizia Municipale di Pietrasanta, diretta dal comandante Daniele De Sanctis: da quanto emerso sarebbe ipotizzabile un concorso di colpa, la velocità presunta di entrambi i veicoli sarebbe infatti stata sostenuta. Le condizioni della strada sono molto buone, le condizioni meteo erano ottimali, e la visibilità perfetta. La guardia giurata di Prato a bordo della Smart, che indossava regolarmente le cinture di sicurezza, è stata sottoposta alle analisi del sangue, per verificare l’eventuale presenza di tracce di alcol o di sostanze stupefacenti.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 26, 2011 at 8:45 am  Lascia un commento  
Tags: ,

AGGREDISCE I VIGILI, CONDANNATO ED ESPULSO

L’arresto dell’extracomunitario che due giorni fa ha aggredito quattro agenti della Polizia Municipale di Pietrasanta è stato convalidato ieri mattina del giudice del tribunale monocratico di Viareggio Valeria Marino. Abderrahim Farhat, il 33 enne di nazionalità marocchina accusato di violenza, oltraggio, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, avendo procurato lesioni ai quattro vigili urbani, in un caso guaribili in 28 giorni per la frattura del polso, è stato condannato alla pena di nove mesi di reclusione con sospensione della condizionale della pena. Il giudice ha respinto la richiesta di 6 mesi avanzata dal legale di fiducia in sede di patteggiamento ed è stata, inoltre, disposta dalla Questura di Lucca l’espulsione immediata dello straniero dal territorio dello Stato, in quanto al momento sprovvisto di regolare permesso di soggiorno.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 5, 2011 at 12:00 pm  Lascia un commento  
Tags:

AMBULANTE AGGREDISCE I VIGILI URBANI

Vigili urbani aggrediti: i due agenti della Polizia Municipale di Pietrasanta, che ieri alle 11.30 circa stavano effettuando un servizio di controllo nelle aree demaniali marittime al fine di accertare eventuali violazioni in materia di commercio abusivo sulle aree pubbliche, durante il controllo di un venditore abusivo, Abderrahim Farhat, un marocchino di 33 anni domiciliato a Cascina e in attesa di permesso di soggiorno, hanno subito una violentaaggressione da parte dello stesso che, all’improvviso, per opporsi al sequestro della merce contraffatta che stava vendendo si è scagliato contro il vigile donna afferrandola per il braccio e strattonandola, tanto che l’altro agente è dovuto intervenire al fine di proteggerla, venendo a sua volta colpito più volte da parte dell’aggressore. L’intervento anche di un bagnante, qualificatosi come ex carabiniere corazziere, Gianni Cleva, agevolato anche dalla propria mole ha immobilizzato l’extra comunitario che ha comunque continuato a dimenarsi e a sferrare calci e a trattenere con forza uno dei due agenti per il collo. E’ stato necessario l’intervento altri due agenti della polizia municipale per poter ammanettare ed arrestare l’aggressore. Per 3 dei 4 vigili urbani finiti all’ospedale, sono stati riscontrati i segni di percosse e ne avranno per pochi giorni. Ad un agente invece è stato fratturato il polso, ed è stato giudicato guaribile in 28 giorni. L’aggressore è stato arrestato con l’accusa di violenza, oltraggio, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. L’udienza di convalida dell’arresto è stata fissata per oggi alle 11. L’imputato sarà difeso dal legale di fiducia avvocatessa Giulia Balestri del Foro di Pisa. Le Autorità potrebbero bloccare il permesso di soggiorno del quale il violento aveva fatto richiesta.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 4, 2011 at 1:00 pm  Lascia un commento  
Tags:

LADRO ACCIUFFATO, CONVALIDATO L’ ARRESTO

Convalidato l’arresto del ladro arrestato dai Vigili Urbani di Pietrasanta. Il giudice monocratico del tribunale di Viareggio ha disposto la custodia cautelare in carcere per Achille Serra, il 62enne trovato da una turista fiorentina in vacanza a rubare nella villetta presa in affitto a Marina. Anche in considerazione nella lunga lista di precedenti dell’ imputato (tra cui molti reati contro il patrimonio, rapina, e furto aggravato, il magistrato giudicante ha  respinto la richiesta di arresti domiciliari avanzata dal difensore di fiducia, avvocato Enrico Della Capanna del Foro di Reggio Emilia. In attesa dell’udienza di merito che è stata fissata per il prossimo 1° settembre, l’imputato resterà pertanto ristretto presso il carcere circondariale di Lucca.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia) 


TORNANO A CASA E TROVANO IL LADRO CHE STA FACENDO RAZZIA

Tornare prima del solito a casa e trovarci dentro un ladro non è stato sicuramente piacevole e la turista fiorentina in vacanza a Marina di Pietrasanta con il marito e due gemelline di 4 anni, ha vissuto cinque minuti di vero terrore, trovandosi a tu per tu con uno sconosciuto che stava rovistando negli armadi e nei cassetti della camera da letto. Aperta la porta della villetta presa in affitto la donna presa dal panico ha iniziato ad urlare ed è fuggita velocemente in strada, allertando i vicini che hanno chiamato la centrale operativa del comando di Polizia Municipale di Pietrasanta. Nel frattempo, anche il ladro uscito dalla casa e dopo aver minacciato tutti presenti si è dato alla fuga inseguito nelle stradine della Marina da un ragazzo residente in zona che aveva assistito alla scena. Dopo pochi attimi è però arrivata la pattuglia dei vigili urbani che ha ammenettato il ladro, al secolo Achille Scala, 60 anni, di origini napoletane ma residente a Correggio in provincia di Reggio Emilia e un lungo curriculum alle spalle per reati di furto e ricettazione. Della serie il lupo perde il pelo ma non il vizio. Nell’abitazione della turista fiorentina sono stati rinvenuti segni di effrazione al cancello esterno ed il vetro rotto della finestra della cucina al pianterreno, da dove il ladro si era introdotto, mentre nelle varie stanze erano presenti due computer portatili, due orologi Rolex, gioielli, una telecamera, una macchina fotografica e denaro, per un valore complessivo stimato di circa 10mila euro.”Sono venuto “in trasferta” a Pietrasanta questa mattina presto con il treno”, ha dichiarato il ladro agli agenti, ma a seguito di perquisizione personale, addosso allo stesso sono state ritrovate le chiavi ed il telecomando di una Toyota Yaris e dopo scrupolosa ricerca nelle strade del circondario, azionando il telecomando, i vigili urbani hanno intercettato e perquisito l’auto dello Scala, rinvenendo al suo interno e sequestrando come prove pertinenti il reato e delle intenzioni criminali dell’arrestato, vari arnesi da scasso, diversi cacciavite di varia taglia, una tronchese, un taglierino in acciaio, due bombole di schiumogeno per disattivare gli allarmi, uno bomboletta sblocca serrature, un tagliere diamantato taglia vetro, una torcia ad alto potenziale, nonché una tuta da lavoro blu, un cappuccio e guanti neri. “Anche la vettura, intestata ad una persona residente in provincia di Parma, è risultata non rubata – ha precisato il comandante della Polizia Municipale di Pietrasanta Daniele De Sanctis – ed è stata posta sotto sequestro”. Il ladro sarà processato stamattina per direttissima, accusato di tentato furto aggravato in abitazione, violenza privata e minaccia.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Published in: on agosto 1, 2011 at 9:00 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,

SIGILLI AL BAR CORTE LOTTI PER DISTURBO ALLA QUIETE

Sigilli al bar Corte Lotti di Pietrasanta, ieri. Sono stati gli agenti della Polizia Municipale ad apporli, in base ad un’ ordinanza di sequestro emessa dalla Procura della Repubblica di Lucca. L’indagine, diretta dal pubblico ministero Antonio Mariotti, è iniziata circa sei mesi fa, dopo le numerose lamentele, e gli esposti, arrivati al comando dei vigili urbani della Piccola Atene da parte dei residenti. Il bar, molto alla moda e frequentatissimo, si trova all’interno di una corte di un complesso residenziale di recente costruzione in via Oberdan, che ospita, oltre ad uffici e studi professionali, decine di abitazioni. La musica, il frastuono e i capannelli di giovani a chiacchierare fino a tarda notte hanno fatto scattare una serie di denunce per disturbo alla quiete pubblica e gli agenti della Polizia Municipale di Pietrasanta hanno iniziato gli accertamenti, fatti di riscontri tecnici, con l’intervento dell’Arpat, foto e video. Finita l’indagine la Procura ha disposto il sequestro sia dell’interno che del gazebo esterno, rispettivamente di 100 e 200 metri quadrati.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)