RUBAVA NELLE AUTO PARCHEGGIATE, COLTA SUL FATTO ALLE TRE DI NOTTE

Colta sul fatto e arrestata. Erano circa le tre e mezzo di notte quando un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine della Toscana l’ha “pizzicata” mentre, dopo aver infranto il lunotto posteriore di una Fiat 600, di proprietà di una ragazza di Carrara che era sulla Marina di Torre del Lago con altre sue amiche, si impossessava di alcuni oggetti contenuti nel bagagliaio La giovane, tra l’altro sprovvista dei documenti di identità e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di sostanze stupefacenti, è stata fermata dagli agenti e trovata in possesso di due borse contenenti documenti, telefoni cellulari e alcuni capi di abbigliamento subito riconosciuti dalla proprietaria dell’autovettura e dalle sue amiche che nel frattempo si erano avvicinate. Caricata sulla volante e portata negli uffici del Commissariato di Polizia di Viareggio la ladruncola, L.P. una 27enne di Livorno senza fissa dimora, è stata identificata e arrestata per furto aggravato. Gli oggetti recuperati sono stati riconsegnati alle legittime proprietarie.

(Il Nuovo Corriere di Lucca e Versilia)

Rispondi
Rispondi a tutti
Inoltra
Published in: on luglio 31, 2011 at 1:10 pm  Lascia un commento  
Tags: ,

PRIMA IL FURTO, POI L’INSEGUIMENTO

Sono tre gli arresti effettuati due sere fa dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, diretto dal tenente Fabio Truddaiu, congiuntamente al personale della C.I.O. di Firenze: i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi, per tentato furto aggravato, di Sauro e Albina Brajdich, entrambi di Chiesina Uzzanese, in provincia di Pistoia, il primo dell’83 la seconda del ’90, e di uno studente minorenne, K.B.del ’94. Tutti noti alle Forze dell’Ordine per precedenti specifici, i tre sono stati notati mentre si aggiravano tra le auto in sosta lungo il vialone della Darsena. Un passante che ha notato gli strani e sospetti movimenti, si è appostato nella penombra accorgendosi poi che i malviventi stavano prendendo una borsa da una Fiat Grande Punto parcheggiata di fronte al “ Pensavo Peggio”, risultata poi essere di un 55enne, M.M.le iniziali. I ladri, vistisi scoperti dal proprietario che nel frattempo era arrivato alla sua macchina , si sono dati alla fuga a bordo di una Panda. Inseguiti a distanza dal passante che aveva per primo assistito alla scena, e che aveva immediatamente telefonato al 112, dando tutte le indicazioni del caso alla centrale operativa, i tre, dopo un inseguimento a tutta birra sul vialone della Marina di Levante, durante il quale i malviventi hanno cercato, anche con manovre azzardate e sorpassi spericolati, di seminare piu’ volte i carabinieri, sono stati bloccati sul viale dei Tigli. La refurtiva è stata recuperata, e i tre sono stati arrestati. I due maggiorenni sono poi stati processati per direttissima, mentre il minore è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Firenze.

Published in: on giugno 25, 2010 at 5:30 pm  Lascia un commento  
Tags: , ,